Che cos'è il “CDL ITALIA” - COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE

La nostra Storia
Che cos'è il “CDL ITALIA” - COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE
 
Movimento Politico Nazionale che si ispira al cattolicesimo democratico.
CDL ITALIA. "Costituente Democratica Liberale, in sigla "CDL ITALIA", ha partecipato alla coformazione di varie liste per elezioni amministrative, promuovendo la nascita, in ambito nazionale, di federazioni democratiche e liberali.
 
CDL ITALIA, -Costituente Democratica e Liberale non è un punto di arrivo o un soggetto statico ma una iniziativa aperta al contributo di singoli cittadini e ad organizzazioni di varia natura che, di fronte ai gravi problemi del nostro Paese, vogliono impegnarsi per trovarne le soluzioni, convinti che le ricette democratiche liberali, opportunamente aggiornate, possano fornire una indicazione indispensabile ed efficace.
 
Il CDL ITALIA è, quindi, un percorso che, tutti insieme attraverso il più ampio confronto, rifuggendo ogni arroccamento ideologico, vogliamo tracciare e percorrere, definendo un programma di interventi necessari, incisivi e realistici costruendo, nel contempo, gli strumenti più adatti alla partecipazione di ognuno ed al funzionamento della democrazia rappresentativa.
 
Segretario e Presidente Nazionale del CDL ITALIA,  Costituente Democratica Liberale e fondatore è .. Antonino Ingrosso.
 
..Antonino Ingrosso, avviatosi in giovane età al percorso sacerdotale, cambiò direzione di vita dopo varie vicissitudine abbandonando la sua terra natia Campi Salentina e trasferendosi poi nel 1965 a Milano e Genova dove creò l'emittente regionale "Radio Stereo International Top Italia" con il soprannome di Tony Morgan.
 
Iscrittosi nel 1966 in delegazione di Genova alla Democrazia Cristiana, proseguì nel suo percorso politico che lo ha visto poi, dopo varie candidature, fondatore di Costituente Destra Liberale poi denominata Costituente Democratica Liberale (nata da due gruppi della DC della Liguria e della Puglia e, denominata in sigla CDL ITALIA). Aderita la CDL ITALIA alla DC, Antonino Ingrosso è stato eletto nel XXII congresso del 2013 della DC vicesegretario nazionale DC e poi anche segretario regionale DC Liguria.
 
Antonino Ingrosso, dimessosi poi dalla DC è ora Segretario Nazionale e Presidente Nazionale del CDL ITALIA, Costituente Democratica Liberale,
soggetto politico impegnato nella promozione di una costituente nazionale democratica e liberale.
 
 
Sede Legale: Genova
Sede Organizzativa: Lecce,
 
Sede Organizzativa delle Regioni e provincie.
Neviano, via Nazario Sauro 33 Lecce,
 
 
 
 
Sede Organizzativa alto Salento,
Salice Salentino. (Le)
Piazza Plebiscito 17.
 
https://goo.gl/maps/f8R2PyLaPgdB5pqZ8
 
Per aderire:
mail - cdl.neviano.segreteria@gmail.com
mail-costituentedemocraticaliberale@gmail.com
 
Youtube
GRUPPI Facebook del CDL
 

MARIO LUZZI -SOVERARATO (CZ) COORDINATORE DEL CDL ITALIA DELLA REGIONE CALABRIA

PROSEGUE IN MODO SEMPRE PIÙ' SIGNIFICATIVO E CONCRETO LA RIORGANIZZAZIONE E LA CRESCITA DELLA DEL MOVIMENTO POLITICO DEL “CDL ITALIA”< COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SUL TERRITORIO CALABRESE.
Il Signor,  MARIO LUZZI è stato nominato Coordinatore regionale per la CALABRIA.

* La nomina gli è stata conferita dal Segretario politico nazionale, Antonino Ingrosso. di concerto con la segreteria nazionale, sentito l' ufficio di Presidenza rispettando le norme del vigente statuto del CDL .
* Al Signor MARIO LUZZI, giungano i più cordiali AUGURI di BUON LAVORO da parte di tutta la Dirigenza nazionale del CDL ITALIA.

- mail cdlsegreterianazionale@gmail.com
- Sito web: www.cdlitalianazionale.it 
- pagina verificata facebook:
Gruppo del CDL CALABRIA:
https://www.facebook.com/groups/cdlregionecalabria

PROGRAMMA POLITICO 2021/2025 DEL CDL ITALIA, <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>

PROGRAMMA POLITICO 2021/2025

DEL CDL ITALIA,      www.cdlitalianazionale.it

 

Il Programma esprime Identità, Cultura, Visione strategica.

 

I Temi e gli Obiettivi:

 

  1. Sviluppo Economico, Crescita dell’Occupazione, Impulso al Reddito (Piani Industriali strategici e integrati, Lavoro).

 

  1. Fisco e Burocrazia amichevoli.

 

  1. Servizi per Natalità e Infanzia, Anziani e Terza età.

 

  1. Tutela del Patrimonio Naturale e degli Animali.

 

  1. Efficienza ed Efficacia, Riequilibrio e Spending Review, della Amministrazione, degli Organismi e Aziende Municipali.

 

  1. Sistema Cluster della Economia Circolare (Ciclo dei Rifiuti).

 

  1. Area Metropolitana con vocazione per Iniziative di Ricerca Avanzata e di Aziende ad alta tecnologia.

  2. Edilizia residenziale pubblica/convenzionata e infrastrutture.

 

 

ANALISI degli OBIETTIVI

 

Il presente Programma elettorale è “figlio” dell’ideologia liberale e, quindi, ne esprime l’identità.

Si rilevano immediatamente le differenze dai programmi di altre forze politiche, proprio nella individuazione dei problemi e temi prioritari e rilevanti per l’attualità e il futuro della Città.

Il Programma CDL ITALIA, , infatti, è innovativo, fattibile, strategico ma, anche, orientato al problem solving; è di rottura con una politica vecchia, stantia, ammuffita, ripetitiva, stanca.

Il CDL ITALIA lo propone alle altre organizzazioni che abbiano non tanto la determinazione e l’ambizione di guidare il Paese per più mandati, quanto la fattiva volontà di lavorare oggi per le generazioni di oggi e di domani.

Un Programma politico deve avere un respiro di lunga durata per incidere strutturalmente sul Futuro; ma deve anche offrire la certezza che l’intervento amministrativo, anche nei tatticismi, sarà coerente, sia con le impostazioni politiche di chi amministra, sia con il Programma stesso.

Il Programma deve affrontare i reali problemi contingenti, dare risposte alle attese della cittadinanza, disegnare un futuro credibile e arioso.

 

Il Programma esprime Identità, Cultura, Visione strategica.

 

I Temi e gli Obiettivi:

 

  1. Sviluppo Economico, Crescita dell’Occupazione, Impulso al Reddito: (Piani Industriali strategici e integrati, Lavoro).

 

La stagnazione, la recessione economica e la perdita del proprio reddito individuale sono l’origine del disagio del cittadino, delle partite IVA, delle imprese;e sono anchel’origine di microcriminalità e illiceità diffusa. Tutti gli altri problemi vanno in secondo piano, rispetto all’Obiettivo della Crescita.

 

 

Quindi la domanda cui bisogna rispondere è:

come si fa a dar vigore allo sviluppo economico, a incrementare il reddito, ad aumentare il fatturato e, conseguentemente, a promuovere la crescita della occupazione?

 

Essere capaci di dare una risposta a questa domanda sarebbe un evento straordinario, esempio per tutto il Paese: 

 

Intanto è significativo e storico notare che:

 

  • la crescita è un “fatto locale”. Infatti, non si capirebbe il caso Barcellona in Spagna; la California in USA; la Lombardia in Italia e, per converso, la Calabria; il caso Triveneto che è divenuto la “locomotiva d’Italia” dopo il terremoto di 40 anni fa; precedentemente il caso Marche delle PMI studiato ampiamente.

  • tutte le esperienze di “aiuto finanziario alle imprese” non hanno dato i risultati attesi (la Cassa del Mezzogiorno è il simbolo di questo fallimento); con ciò non si vuole sostenere, ovviamente, che la riduzione dei carichi fiscali e delle imposte sia un danno, anzi. Ma né l’imprenditore né le Partite Iva vogliono soldi regalati, ma pretendono di essere “facilitati” nelle proprie attività imprenditoriali.

 

Per dare, dunque, una risposta, si deve partire, necessariamente ed ovviamente, dai propri punti di forza e dagli asset disponibili.

Fra questi, si selezionano quelli immediatamente disponibili; quelli, cioè, che possano rispondere agli impulsi, in tempi brevi.

Quelli nostri, immediatamente disponibili, universalmente riconosciuti, si racchiudono nella frase “l’Italia è un giacimento storico, culturale, monumentale, paesaggistico, folcloristico, eno gastronomico, …. , creativo”.

 

Per creare Sviluppo e Occupazione, da subito, bisogna investire sugli gli asset e i punti di forza; in sintesi, bisogna creare uno scenario e

un humus favorevole alla iniziativa privata che è l’unica che possa creare sviluppo e posti di lavoro reali.

 

Uno strumento, fattore di crescita, è il Piano industriale, o Master Plan.

 

A Cosa serve?

 

Esso imposta gli obiettivi e indica dove dovranno essere prioritariamente allocate le risorse pubbliche: il che propaga fiducia e certezza negli investitori privati e genera circuiti virtuosi.

L’importante è che i disegni pubblici progettuali di dettaglio e le esecuzioni conseguenti abbiano sempre, come stella polare, l’obiettivo proposto, in coerenza.

 

Finalmente si progetta, e si realizza, con coerenza, in funzione di un chiaro obiettivo condiviso.

 

Il processo da attuare, quindi, è quello classico: top/down.

 

Quindi: Posto l’Obiettivo 1., riferendosi agli asset descritti, si potrebbe individuare il Turismo, come area d’intervento di riferimento.

Ogni iniziativa, le Priorità, i Progetti di dettaglio, le Realizzazioni sono al servizio dell’Obiettivo.

 

E Allora, ad esempio:

 

  • Il PUG (Piano Urbanistico Generale) pensato per la prima volta, non come fattore di geometrie urbane ma come fattore di sviluppo (il che significa non produrre cementificazione ma una urbanistica cittadina piacevole, fruibile e godibile, turistica);

 

 

  • Accademia del Turismo, Università per il Turismo e formazione, come centro di eccellenza  di caratura nazionale; Teoria e pratica della Accoglienza;

  • Progettazione di itinerari turistici;

  • Ricerche storiografiche e cultura per “ciceroni”;

  • Promozione dei prodotti tipici;

  • Impulso sull’artigianato;

  • Disegno per la mobilità interna/esterna delle e fra città integrata e multimediale (via il traffico e l’inquinamento);

  • Studio per una Metro di superfice (caratterizzata da attese ridottissime) di Regione come grande unica Città metropolitana;

  • Recupero delle piazze, costruzione di nuove vie;

  • Recupero, valorizzazione e arricchimento delle Periferie;

  • Recupero e valorizzazione di edifici “storici”;

  • Progetto di rigenerazione e incremento degli esercizi commerciali, con disegno di scenari urbani concorrenti ai centri commerciali;

  • Sicurezza e sistemi di monitoraggio;

  • Sviluppo della Ricezione: Alberghi e B&B, …;

  • Rivalutazione e disponibilità museale, nuovi musei;

  • Cultura: Eventi e studi culturali;

  • Musica: Eventi e cultura della musica;

  • Arredo urbanistico, decoro, pulizia; Edilizia;

  • Promozione dello SPORT, maratone, eventi sportivi periodici;

  • Accordi, anche internazionali, d’incoming;

  • FIERE: Rivalutazione e rilanci fieristici;

  • Rilancio e sviluppo del sistema porti/porti turistici/aeroporti/ferrovia/bus station;

  • Integrazione con la mobilità urbana;

  • Rilancio di settori e a redditività certa a breve e medio termine come silvicultura, itticultura, allevamento anche inerente il consumo a km “zero”;

 

Con l’ottica di generare mercati di sbocco per le imprese dell’area geografica italiana.

 

Quanto detto può partire subito e a basso costo.

 

  1. Fisco e Burocrazia amichevoli.

(Tema di importanza fondamentale e di conduzione altamente qualificata).

  • Revisione e Ridisegno del sistema “pratiche amministrative”;

  • Facilitazione burocratica per agevolare la nascita e la vita di iniziative e imprese.

  • Diritto al lavoro: prima lavoro, poi adempimenti;

  • Rapporti non conflittuali ma orientati al problem solving.

  • Ufficio unico d’interazione burocrazia/cittadino/imprenditore

  • Riduzione del carico fiscale e impositivo.

 

 

  1. Servizi per Natalità e Infanzia, Anziani e Terza età.

  • Sistema, non finanziario ma strutturale, di servizi per risolvere e alleviare gli oneri di diventare/essere mamma;

  • Asili Nido;

  • Servizi di Baby-sitting;

  • Servizi di accompagnamento;

  • Supporto ai diversamente abili;

  • Valorizzazione del patrimonio umano degli anziani anchemediante idonea attuazione di attività di interazione generazionale, anche in tema di formazione professionale.

 

  1. Tutela del Patrimonio Naturale e degli Animali.

  • Valorizzazione delle diverse aree, tra cui quelle umide, con idonei partenariati tra associazionismo e enti gestori, anche ai fini della vigilanza ad una corretta fruizione delle aree di interesse ornitologico/migratorio periodico;

  • Attivare un concreto, pianificato ed organico piano di iniziative dirette alla tutela del territorio da fenomeni alluvionali, della verifica puntuale della stabilità dei versanti, del monitoraggio del rischio idrogeologico e sismico;

  • valutazione della incidenza dei moti meteomarini sulle linee di costa e sulle infrastrutture ivi esistenti, corretta e puntuale verifica della fruibilità di strade, sentieri e percorsi anche naturalistici ;

  • fattiva tutela delle aree boschive esistenti migliorando le cautele ed accorgimenti nonché eseguendo le relative e necessarie opere (strade tagliafuoco ecc.) ;

  • interagire, anche con percorsi di interfaccia con le vicine regioni, nei processi di raccolta e distribuzione idrica, vigilando con più incisiva azione dei preposti organi di controllo alla coesistenza di diverse infrastrutture ed alla sicurezza ed interazione/interferenza dei diversi processi produttivi/di distribuzione (ad es. in aree soggette a trivellazione per ricerca e/o estrazione di idrocarburi specie nelle vicinanze di sorgenti, bacini di accumulo, aree umide e/o protette ecc.);

  • Promozione o in ogni caso concreta attuazione di campagne per la sensibilizzazione alla tutela ambientale in particolare favorendo l'associazionismo e il non profit ovvero la forma cooperativistica anche sociale;

 

  1. Efficienza ed Efficacia, Riequilibrio e Spending Review, della Amministrazione, degli Organismi e Aziende Municipali.

  • Business Plan fattibili di sviluppo;

  • Equilibrio strutturale e organizzativo;

  • Ampliamento dell’area di mercato;

  • Valutazione costi/benefici;

  • Management competente;

  • Spending Review;

  • Riduzione dei costi delle Istituzioni e della Politica;

  • Controllo del buon funzionamento della macchina burocratico amministrativa

  • Concretamente implementare procedure e processi al fine di dettagliatamente e periodicamente riferire alla utenza i risultati di gestione tenendo conto di procedure certificate di raccolta periodica di indicatori complessivi di gradimento del servizio in termini di efficienza ed efficacia;

 

  1. Sistema Cluster della Economia Circolare (Ciclo dei Rifiuti).

 

  • Disegno e implementazione di uno scenario economico/finanziario/strutturale per suggerire e agevolare l’imprenditore agli investimenti nel cluster dei rifiuti, anche speciali, con espansione del mercato e dell’area d’influenza;

  • Accordi con altri agglomerati urbani e industriali; altre Regioni;

  • Cluster di reddito significativo visto il costo nullo della materia prima;

  • Accademia e Centro di Ricerca di livello mondiale della utilizzazione dei rifiuti.

 

  1. Area Metropolitana con vocazione per Iniziative di Ricerca Avanzata e di Aziende ad alta tecnologia.

  • Scenario di richiamo investitori, di professionalità e competenze;

  • Creazione d’occupazione d’alta qualificazione;

  • Promozione e costituzione di Centri di Ricerca;

  • Produzione di brevetti e start up.

 

8. Edilizia residenziale pubblica/convenzionata e infrastrutture.

  • Implementazione e coordinamento delle Agenzie territoriali/Dipartimenti Enti locali che si occupano di edilizia abitativa sociale;

  • Ampliamento al settore abitativo del project financing destinato a progetti sperimentali di rent to buy per privati, con agevolazioni per imprese di costruzioni che si avvalgano di tale innovativa soluzione al problema-casa;

  • Mappatura delle opere pubbliche infrastrutturali incomplete, definizione di piani di intervento prioritario ai fini di concretamente avviare una interconnessione tra le varie aree metropolitane in modo tale da decongestionare e/o comunque più organicamente redistribuire i flussi di traffico persone e merci ovvero, in caso di opere civili, eseguire il completamento dell'opera ovvero l'abbattimento ove le condizioni non ne consentano un recupero funzionale anche diverso da quello inizialmente previsto;

  • Stesura, anche mediante un pianificato ricorso a idonee conferenze di servizi e al partenariato pubblico/privato, di un piano strategico regionale per la dislocazione di aree carburanti e di ricarica elettrica, con agevolazioni per i privati che realizzino e/o ristrutturino aree esistenti in multiprodotto (elettrico,gpl,metano,diesel,benzine) e incentivi fiscali o a fondo perduto per coloro che garantiscano – in particolare sui principali assi viari non autostradali e/o in prossimità di aree di interesse turistico anche destagionalizzato – il servizio di erogazione (in particolare di metano e gpl) H24;

 

Va da sé che, al momento della definizione delle Aree d’Intervento, della individuazione delle Priorità, della valutazione di fattibilità, della formulazione del GANTT, dovranno essere interpellati il mondo imprenditoriale, quello professionale, quello civile; non per tavoli di "concertazione", ma per raccogliere informazioni, dati, suggerimenti alla responsabilità decisionale della politica.

 

 

 

 

 

Genova, Bari 14 Aprile 2020

 Il Presidente Nazionale CDL ITALIA                       L'addetto stampa             Antonino Ingrosso                                          Roberto Loporcaro                    

 

 

 

 

 

PIENO APPOGGIO ALLA CANDIDATURA DI "MAURIZIO ESPOSITO", CON FRATELLI D' ITALIA, A CONSIGLIERE DEL COMUNE DI ROMA

COMUNICATO STAMPA
Roma li 16/09/2021
 
 
CDL ITALIA
(COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE).
 
*
Pieno appoggio alla candidatura di ”Maurizio Esposito”, con Fratelli d’Italia, a Consigliere del Comune di Roma
Il Direttivo del CDL ITALIA, <Costituente Democratica Liberale> riunito ieri sera, ufficializza l' appoggio al candidato per il Consiglio Comunale di Roma, Maurizio Esposito.
“Un passaggio non solo formale, “ spiega il Presidente del CDL Antonino Ingrosso, “ un impegno pieno di sostanza politica e programmatica.”
Il CDL ITALIA , ha deciso di appoggiare un candidato con un profilo alto e ricco di competenze, di innovazione e cambiamento, di cui oggi Roma ha assoluto bisogno, per di più Colonnello dei Carabinieri.
“Occorre una sterzata determinante, rispetto l’inerzia della gestione di piazza, e uscire dal tunnel della decadenza: serve aria nuova” Così asserisce il Presidente del CDL ITALIA Antonio Ingrosso, , il quale condivide il programma del candidato consigliere Maurizio Esposito che rappresenta la base programmatica in vista delle elezioni amministrative, su cui cominciare a lavorare da qui in avanti.
Una città che investe sempre di più sul verde, una città più vivibile per giovani ed anziani, attenta alle periferie e alla cultura per tutti. Idee semplici ma essenziali, che aspettano di essere realizzate”.
Maurizio Esposito, che noi abbiamo l'Onore di appoggiare, è candidato al consiglio comunale di Roma con la lista di Fratelli d'Italia. Attualmente ricopre il ruolo di Vicepresidente del consiglio del I Municipio di Roma, ed in oltre è vice responsabile del dipartimento di Fratelli d'Italia per i rapporti con le forze dell'ordine.
                                                                           Il Presidente
                                                                            CDL ITALIA
                                                                        Antonio Ingrosso..
 
 
 
 
 
 
 
 
 

“Il chiasso delle opposizioni è il canto della democrazia”

 MANIFESTO POLITICO NAZIONALE

della COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE 2020

 Saremo brevi e pragmatici come sempre:

Costituente Democratica Liberale è una associazione politica organizzata in Partito fondata anni fa dall'attuale Segretario Nazionale Antonino Ingrosso, ideologo proveniente dal settore operaio prima che tecnico nel settore ferroviario.

 Sin dalla sua costituzione è prevalsa, per esplicita volontà del fondatore, la forma associazionistica rispetto a quella partitica ovvero abbiamo preferito l'aspetto aggregativo più che quello ideologico e formale. Cioè abbiamo rinunciato per scelta alle maggiori tornate elettorali;

Oggi però, siamo componente di un gruppo con radici in tutta Italia e prendiamo atto che il periodo storico che stiamo vivendo non consente più alcun temporeggiamento filosofico.

 La stagione delle sole idee, infatti, è da tempo conclusa.

 Sul principio delle azioni pratiche di ragionevolezza deve basarsi infatti ogni presente e futura linea politica.

Tutti infatti abbiamo sufficiente spirito critico – salvo chi è in malafede – per constatare che le attuali formazioni politiche, e molte delle precedenti, hanno fallito nei risultati.   Già da prima della crisi della pandemica l'Italia infatti era avviluppata in una crisi sistemica economica, politica e valoriale.

 

La pandemia in tal senso ha solo definito i contorni di incapacità prima solo vaghe ed ora conclamate. I più anziani lettori hanno assistito allo scorrere di almeno tre Repubbliche.

La prima, quella dal dopoguerra a mani pulite e alla discesa in campo di Silvio Berlusconi.

 La seconda, quella dell'avvento del Partito Democratico, sorto sulle ceneri del compianto Partito Comunista.

La terza, quella delle forze di apparente impulso popolare, invece frutto di cinica pianificazione para aziendale e mediante scienze di comunicazione e marketing di una azione collettiva. Il Movimento 5 Stelle.

Ma mentre la prima e parte della seconda potevano contare sulla forza nazionale di uno Stato Autonomo nella gestione della propria politica monetaria, la restante parte ha in verità dovuto convivere con una condizione mai verificatasi nella storia della Repubblica: la sudditanza di valuta.  

Ben diversi dalla Europa attuale erano infatti i sogni di De Gasperi sin dal discorso al Consiglio delle Nazioni Europee del 1957, il cui succo può riassumersi in una parola: solidarietà.  

Non ha senso infatti parlare di unione ove non c'è solidarietà e oggi di fatto quella solidarietà non esiste più.

Anche il Papa Francesco, lanciò un pacato ma durissimo messaggio in tal senso: solidarietà.

 Di tale solidarietà, pur nella aspra diatriba tra maggioranza e opposizione oggi al governo, non vi è infatti traccia alcuna da parte della istituzione europea.

 L'indecoroso spettacolo, televisivo del Premier ha fatto da eco alla certo a volte più che opinabile azione delle opposizioni ma rispetto alle quali, si ricorda, il Premier in Italia deve costituire parte comunque distaccata se non super partes rispetto al governo pur di maggioranza che lo ha nominato. È nostro parere da sempre, infatti, che il chiasso delle opposizioni è il canto della Democrazia e di questo motto da noi creato, a scanso di equivoci, abbiamo voluto fare il titolo del presente manifesto. Pertanto sulla base di questo Manifesto apriamo a tutti i cittadini l'invito a partecipare a questa nuova fase Costituente, a Costituente Democratica Liberale. PRECISAZIONE visti i più di 20000 MORTI Al Paese non serve un altro, uno bravo, uno ben vestito; al Paese serviamo noi tutti ma soprattutto operai, imprenditori e gente che sappia che il mondo fuori dalle poltrone ovattate di Montecitorio è un altro, un mondo duro con problemi duri DA RISOLVERE NON OGGI, MA IERI! Serve gente che sappia cosa significa alzarsi e andare a lavorare! Quanti di quelli delle poltrone rosse, soprattutto i tanti leader, hanno le mani di lavoratore e la testa di chi ogni giorno deve combattere per la sopravvivenza della sua attività e della sua famiglia, del lavoro?

 I tecnici hanno fallito, i politici “con esperienza” e anche quelli senza si sono spesso venduti, la burocrazia cieca ci ha devastato, l' Unione Europea tartassato. I ponti crollano, la delinquenza dilaga, la gente muore. BASTA!

Servi proprio tu che leggi affinché il Paese torni ad essere al nostro servizio, al servizio della cittadinanza. Serve una nuova stagione politica e sociale che basi il suo progresso sulla competenza, meritocrazia, carisma.

Aderisci dunque per condividere e sviluppare i contenuti del presente Manifesto ed integrarlo.

 Chiudiamo con un invito citando Martin Luther King: “Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”.

Genova, Bari 14 Aprile 2020

Il Segretario Nazionale CDL                                                                  L'addetto stampa           Antonino Ingrosso                                                                               Roberto Loporcaro

 

 

 

 

 

IL DOTT. ANTONIO ANTICO È STATO NOMINATO COORDINATORE DEL CDL ITALIA PER LA REGIONE SICILIA.

PROSEGUE IN MODO SEMPRE PIÙ' SIGNIFICATIVO E CONCRETO LA RIORGANIZZAZIONE E LA CRESCITA DELLA DEL MOVIMENTO POLITICO DEL “CDL ITALIA”< COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SUL TERRITORIO SICILIANO.
Il Dott. ANTONIO ANTICO è stato nominato Coordinatore regionale per la SICILIA.

* La nomina gli è stata conferita dal Segretario politico nazionale, Antonino Ingrosso. di concerto con la segreteria nazionale, sentito l' ufficio di Presidenza rispettando le norme del vigente statuto del CDL .
* Al Dott. ANTONIO ANTICO giungano i più cordiali AUGURI di BUON LAVORO da parte di tutta la Dirigenza nazionale del CDL ITALIA.

- mail cdlsegreterianazionale@gmail.com
- mail cdlsegreteria.caltanissetta@gmail.com
- Sito web: www.cdlitalianazionale.it 
- pagina verificata facebook:
https://www.facebook.com/cdlsegreteria.caltanissetta/
Gruppo del CDL Sicilia:
https://www.facebook.com/groups/cdlregionepalermo/

“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla.“ Martin Luther King

-L’art. 1 della Costituzione Italiana recita: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione”.
Costituzione del 1948 ha voluto fissare il numero dei parlamentari, sia per la Camera che per il Senato?  E’ questa la prima domanda alla quale dobbiamo rispondere.
Non possiamo accettare che il referendum sul taglio dei parlamentari passi. Non perché siamo contrari ai tagli agli sprechi anzi. Noi siamo per i veri tagli, quelli che si fanno mettendo in cantiere riforme strutturali: fisco, burocrazia, giustizia, istruzione, lavoro.

Siamo contro ai tagli di forbice fatti per scopi elettorali.

Questa sforbiciata dei parlamentari non ci farà risparmiare nessuna cifra particolarmente significativa.

Nessun importo che cambierà le vite degli italiani.

Una riforma del genere non accompagnata da una riforma costituzionale sul bicameralismo e da una buona legge elettorale, è un grave pericolo per la nostra democrazia.

Cancella la rappresentazione democratica che gli elettori hanno in parlamento e mette il potere di molti nelle mani di pochi.

L'Italia già vittima della partitocrazia sarà nelle mani di vere e proprie oligarchie di partito.

Basta vedere i balbettii che arrivano da tutti i partiti tranne dai grillini per capire che c'è qualcosa che non va. E possiamo mai fidarci di chi è nato da un 'Vaffa!" e pian piano è diventato una casta che sta distruggendo il Paese?

Noi crediamo che non possiamo permettercelo. #REFERENDUM2020 𝟐𝟎 𝐞 𝟐𝟏 𝐬𝐞𝐭𝐭𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞!


Per aderire scrivere #NOstralademocrazia #lademocrazianonsitaglia #noaltagliodeiparlamentari #IOVOTONO #ElezioniSubito
Il referendum sul taglio dei parlamentari prevede una riduzione dei seggi in entrambe le Camere, andando a modificare gli artt.56,57 e 59 della Costituzione.


Si passerebbe così da 630 a 400 seggi alla Camera e da 315 a 200 seggi al Senato, con un taglio complessivo di 345 parlamentari, pari al 36,5%.

Tra questi, verrebbero ridotti i parlamentari eletti all’estero (18 a 12).


Con il taglio dei seggi, aumenta il numero di abitanti per parlamentare.

Per ciascun deputat* si passa da 96.006 a 151.210 abitanti* e per ciascun senator* da 188.424 a 302.420 abitanti*

. Di conseguenza, nel caso di approvazione, sarà necessario ridefinire i collegi elettorali tramite una nuova legge che richiederà ulteriore tempo per l’approvazione.
Dunque la riforma costituzionale, in assenza di una contestuale riforma elettorale e dei partiti, è un salto al buio che compromette la rappresentanza parlamentare e il ruolo stesso del Parlamento.


I vari comitati del No e il documento dei 183 costituzionalisti e costituzionaliste hanno evidenziato in via generale i rischi della riforma che qui sintetizziamo:


◾️ La riforma svilisce il ruolo del Parlamento e ne riduce la rappresentatività, senza offrire vantaggi apprezzabili né sul piano dell’efficienza delle istituzioni democratiche né su quello del risparmio della spesa pubblica sia perché si tratta di risparmi irrisori sia perché la democrazia ha un valore che non può essere sacrificato per esigenze di risparmio


◾️ La riforma riduce in misura sproporzionata e irragionevole la rappresentanza dei territori con il rischio che alcune Regioni finirebbero con l’essere sottorappresentate rispetto ad altre. Un Senato composto da 200 membri non può rappresentare tutte le identità politiche, sociali, culturali ed economiche se ogni eletto dovrà rappresentare circa 300 mila abitanti


◾️ La riforma non eliminerebbe ma, al contrario, aggraverebbe i problemi del bicameralismo perfetto perché non introduce alcuna differenziazione tra le due Camere ma si limita semplicemente a ridurne i componenti, il cui numero costituisce una caratteristica del Parlamento e non del bicameralismo perfetto.


◾️ La riforma confonde la qualità dei rappresentanti con il ruolo stesso dell’istituzione rappresentativa. Non c’è nessuna evidenza che diminuendo il numero dei parlamentari se ne innalzi il livello qualitativo. L’unico effetto che sicuramente produce è una penalizzazione delle minoranze e un abbassamento del pluralismo politico.


◾️ La riforma non prevede che sia garantito un corretto ed essenziale lavoro delle Commissioni al Senato anche per dare l’opportunità alle minoranze di rappresentare le proprie ragioni. L’eventualità di accorpare fra loro le Commissioni esistenti non garantisce che le minoranze possano influire proficuamente sui processi decisionali del Parlamento
◾️ Con il taglio dei parlamentari la selezione delle candidature da parte delle dirigenze dei partiti o degli stessi leader (già oggi fortemente guidata non sempre da criteri di competenza ma piuttosto da quelli di fedeltà) sarebbe ancor più determinata da considerazioni non valoriali

◾️ Infine se non si avesse anche una modifica della disciplina elettorale, si verrebbe a creare uno squilibrio circa la rappresentatività delle Camere tale da non permettere un’agevole formazione di una maggioranza stabile di governo.


◾️ Mancanza di riforma elettorale e di una legge sulla democrazia interna dei partiti: in assenza di questi interventi – necessariamente correlati – si accentua il potere dei capi partito e l’importanza dei finanziamenti delle lobbies. Le donne sono ancora marginalizzate nei luoghi decisionali politici ed economici, quindi avranno minori chance di essere elette.
◾️ Muta il rapporto con l’elettorato, e dunque con i territori: l’eliminazione di 230 deputati e 115 senatori muta il rapporto di rappresentanza e affievolisce il legame con i territori, penalizzando ad esempio le esperienze delle donne come amministratrici locali. I dati sulle competizioni elettorali mostrano minore visibilità delle donne nei media e nelle tribune politiche. Risulterà ancora più esigua le possibilità di accesso ai media (che è decisa dai capi partito) e quindi di essere elette.


◾️ Leadership maschile nei partiti e nei movimenti. L’entrata in Parlamento è nominalmente aperta a tutti, ma di fatto risulta rigidamente controllata dai partiti. Questo dato mostra di avere un effetto relativamente negativo sulle chances di carriera politica delle donne. La misura prevista nella legge elettorale volta all’incremento della rappresentanza femminile non ha consentito il raggiungimento del 40% di donne elette.


◾️ Ruoli centrali negli organi parlamentari: i dati tendono a confinare la rappresentanza femminile in aree settoriali e a ricostruire situazioni di marginalità all’interno del Parlamento: è significativo il fatto che le donne siano assenti in dicasteri importanti quali quelli economici e che siano prevalentemente presenti nelle commissioni parlamentari che trattano questioni tradizionalmente considerate come di pertinenza delle donne.


◾️ Distorsioni sulla rappresentanza territoriale: minore rappresentanza delle regioni più piccole e dei partiti minori – se non vi è un mutamento profondo nei partiti - concentrerà la scelta sui soli candidati uomini, come dimostrano i principali report nazionali e internazionali.


◾️ Mancanza di una campagna informativa e uso di un linguaggio demagogico dell’antipolitica che offende la democrazia parlamentare. È molto grave che la riforma costituzionale sia priva di un adeguato dibattito pubblico, anche all’interno dei partiti, e comunque si fondi su un linguaggio proprio dell’antipolitica. L’assunto di fondo della riforma si basa sul discredito del ruolo dei parlamentari e dell’Istituzione, ma non si preoccupa affatto di migliorare il processo di formazione delle leggi. La gran parte dei movimenti femministi che hanno promosso norme di garanzia sono mosse dalla convinzione che la democrazia parlamentare e la democrazia paritaria siano strettamente connesse.

Gli Italiani sono stufi.
Votiamo NO!.

“Il chiasso delle opposizioni è il canto della democrazia” MANIFESTO POLITICO NAZIONALE del “CDL ITALIA” <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>

“Il chiasso delle opposizioni è il canto della democrazia”

 

MANIFESTO POLITICO NAZIONALE  del “CDL ITALIA”

 

<COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>

 

Saremo brevi e pragmatici come sempre:

 

Costituente Democratica Liberale è una associazione politica organizzata in Partito fondata anni fa dall'attuale Segretario

Nazionale Antonino Ingrosso, ideologo proveniente dal settore operaio prima che tecnico nel settore ferroviario.

Sin dalla sua costituzione è prevalsa , per esplicita volontà del fondatore, la forma associazionistica rispetto a quella partitica

ovvero abbiamo preferito l'aspetto aggregativo più che quello ideologico e formale.

Cioè abbiamo rinunciato per scelta alle maggiori tornate elettorali; Oggi però, siamo componente di un gruppo con

radici in tutta Italia e prendiamo atto che il periodo storico che stiamo vivendo non consente più alcun

temporeggiamento filosofico.

La stagione delle sole idee, infatti, è da tempo conclusa.

Sul principio delle azioni pratiche di ragionevolezza deve basarsi infatti ogni presente e futura linea politica.

 

Tutti infatti abbiamo sufficiente spirito critico – salvo chi è in malafede – per constatare che le attuali formazioni

politiche, e molte delle precedenti, hanno fallito nei risultati.

 

Già da prima della crisi della pandemica l'Italia infatti era avviluppata in una crisi sistemica economica, politica e valoriale.

La pandemia in tal senso ha solo definito i contorni di incapacità prima solo vaghe ed ora conclamate.

I più anziani lettori hanno assistito allo scorrere di almeno tre Repubbliche.

 

La prima, quella dal dopoguerra a mani pulite e alla discesa in campo di Silvio Berlusconi.

La seconda, quella dell'avvento del Partito Democratico, sorto sulle ceneri del compianto Partito Comunista.

La terza, quella delle forze di apparente impulso popolare, invece frutto di cinica pianificazione para aziendale e mediante

scienze di comunicazione e marketing di una azione collettiva. Il Movimento 5 Stelle.

Ma mentre la prima e parte della seconda potevano contare sulla forza nazionale di uno Stato Autonomo nella gestione della

propria politica monetaria, la restante parte ha in verità dovuto convivere con una condizione mai verificatasi nella storia

della Repubblica:la sudditanza di valuta.

 

Ben diversi dalla Europa attuale erano infatti i sogni di De Gasperi sin dal discorso al Consiglio delle Nazioni

Europee del 1957, il cui succo può riassumersi in una parola: solidarietà.

Non ha senso infatti parlare di unione ove non c'è solidarietà e oggi di fatto quella solidarietà non esiste più.

 

Anche il Papa Francesco infatti, nel messaggio precedente alla Benedizione Urbi et Orbi di Domenica 12 Aprile 2020, ha

lanciato un pacato ma durissimo messaggio in tal senso: solidarietà.

Di tale solidarietà, pur nella aspra diatriba tra maggioranza e opposizione oggi al governo, non vi è infatti traccia alcuna da

parte della istituzione europea.

L'indecoroso spettacolo, televisivo del Premier ha fatto da eco alla certo a volte più che opinabile azione delle opposizioni

ma rispetto alle quali, si ricorda, il Premier in Italia deve costituire parte comunque distaccata se non super partes

rispetto al governo pur di maggioranza che lo ha nominato.

E' nostro parere da sempre, infatti, che il chiasso delle opposizioni è il canto della Democrazia e di questo motto da noi

creato, a scanso di equivoci, abbiamo voluto fare il titolo del presente manifesto. Pertanto sulla base di questo Manifesto

apriamo a tutti i cittadini l'invito a partecipare a questa nuova fase Costituente,

 a CDL ITALIA < Costituente Democratica Liberale.>

 

PRECISAZIONE visti i più di 20000 MORTI

 

Al Paese non serve un altro, uno bravo, uno ben vestito; al Paese serviamo noi tutti ma sopratutto operai,

imprenditori e gente che sappia che il mondo fuori dalle poltrone ovattate di Montecitorio è un altro, un mondo duro

con problemi duri DA RISOLVERE NON OGGI , MA IERI! Serve gente che sappia cosa significa alzarsi e andare a

lavorare! Quanti di quelli delle poltrone rosse, sopratutto i tanti leader, hanno le mani di lavoratore e la testa di chi

ogni giorno deve combattere per la sopravvivenza della sua attività e della sua famiglia, del lavoro?

 

I tecnici hanno fallito, i politici “con esperienza” e anche quelli senza si sono spesso venduti, la burocrazia cieca ci ha

devastato, l'Unione Europea tartassato. I ponti crollano, la delinquenza dilaga, la gente muore.

BASTA!

 

Servi proprio tu che leggi affinché il Paese torni ad essere al nostro servizio, al servizio della cittadinanza.

Serve una nuova stagione politica e sociale che basi il suo progresso sulla competenza, meritocrazia, carisma.

Aderisci dunque per condividere e sviluppare i contenuti del presente Manifesto ed integrarlo.

 

Chiudiamo con un invito citando Martin Luther King:

 

“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”.

 

Genova, Bari 14 Aprile 2020

 

Il Segretario Nazionale CDL                                                     L'addetto stampa

 Antonino Ingrosso                                                                  Roberto Loporcaro

www.cdlregionesalento.it     www.costituentedemocraticaliberale.it     

                  

“Il chiasso delle opposizioni è il canto della democrazia” MANIFESTO POLITICO NAZIONALE del “CDL ITALIA” <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>

 

 

Saremo brevi e pragmatici come sempre:

 

Costituente Democratica Liberale è una associazione politica organizzata in Partito fondata anni fa dall'attuale Segretario

Nazionale Antonino Ingrosso, ideologo proveniente dal settore operaio prima che tecnico nel settore ferroviario.

Sin dalla sua costituzione è prevalsa , per esplicita volontà del fondatore, la forma associazionistica rispetto a quella partitica

ovvero abbiamo preferito l'aspetto aggregativo più che quello ideologico e formale.

Cioè abbiamo rinunciato per scelta alle maggiori tornate elettorali; Oggi però, siamo componente di un gruppo con

radici in tutta Italia e prendiamo atto che il periodo storico che stiamo vivendo non consente più alcun

temporeggiamento filosofico.

La stagione delle sole idee, infatti, è da tempo conclusa.

Sul principio delle azioni pratiche di ragionevolezza deve basarsi infatti ogni presente e futura linea politica.

 

Tutti infatti abbiamo sufficiente spirito critico – salvo chi è in malafede – per constatare che le attuali formazioni

politiche, e molte delle precedenti, hanno fallito nei risultati.

 

Già da prima della crisi della pandemica l'Italia infatti era avviluppata in una crisi sistemica economica, politica e valoriale.

La pandemia in tal senso ha solo definito i contorni di incapacità prima solo vaghe ed ora conclamate.

I più anziani lettori hanno assistito allo scorrere di almeno tre Repubbliche.

 

La prima, quella dal dopoguerra a mani pulite e alla discesa in campo di Silvio Berlusconi.

La seconda, quella dell'avvento del Partito Democratico, sorto sulle ceneri del compianto Partito Comunista.

La terza, quella delle forze di apparente impulso popolare, invece frutto di cinica pianificazione para aziendale e mediante

scienze di comunicazione e marketing di una azione collettiva. Il Movimento 5 Stelle.

Ma mentre la prima e parte della seconda potevano contare sulla forza nazionale di uno Stato Autonomo nella gestione della

propria politica monetaria, la restante parte ha in verità dovuto convivere con una condizione mai verificatasi nella storia

della Repubblica:la sudditanza di valuta.

 

Ben diversi dalla Europa attuale erano infatti i sogni di De Gasperi sin dal discorso al Consiglio delle Nazioni

Europee del 1957, il cui succo può riassumersi in una parola: solidarietà.

Non ha senso infatti parlare di unione ove non c'è solidarietà e oggi di fatto quella solidarietà non esiste più.

 

Anche il Papa Francesco infatti, nel messaggio precedente alla Benedizione Urbi et Orbi di Domenica 12 Aprile 2020, ha

lanciato un pacato ma durissimo messaggio in tal senso: solidarietà.

Di tale solidarietà, pur nella aspra diatriba tra maggioranza e opposizione oggi al governo, non vi è infatti traccia alcuna da

parte della istituzione europea.

L'indecoroso spettacolo, televisivo del Premier ha fatto da eco alla certo a volte più che opinabile azione delle opposizioni

ma rispetto alle quali, si ricorda, il Premier in Italia deve costituire parte comunque distaccata se non super partes

rispetto al governo pur di maggioranza che lo ha nominato.

E' nostro parere da sempre, infatti, che il chiasso delle opposizioni è il canto della Democrazia e di questo motto da noi

creato, a scanso di equivoci, abbiamo voluto fare il titolo del presente manifesto. Pertanto sulla base di questo Manifesto

apriamo a tutti i cittadini l'invito a partecipare a questa nuova fase Costituente,

 a CDL ITALIA < Costituente Democratica Liberale.>

 

PRECISAZIONE visti i più di 20000 MORTI

 

Al Paese non serve un altro, uno bravo, uno ben vestito; al Paese serviamo noi tutti ma sopratutto operai,

imprenditori e gente che sappia che il mondo fuori dalle poltrone ovattate di Montecitorio è un altro, un mondo duro

con problemi duri DA RISOLVERE NON OGGI , MA IERI! Serve gente che sappia cosa significa alzarsi e andare a

lavorare! Quanti di quelli delle poltrone rosse, sopratutto i tanti leader, hanno le mani di lavoratore e la testa di chi

ogni giorno deve combattere per la sopravvivenza della sua attività e della sua famiglia, del lavoro?

 

I tecnici hanno fallito, i politici “con esperienza” e anche quelli senza si sono spesso venduti, la burocrazia cieca ci ha

devastato, l'Unione Europea tartassato. I ponti crollano, la delinquenza dilaga, la gente muore.

BASTA!

 

Servi proprio tu che leggi affinché il Paese torni ad essere al nostro servizio, al servizio della cittadinanza.

Serve una nuova stagione politica e sociale che basi il suo progresso sulla competenza, meritocrazia, carisma.

Aderisci dunque per condividere e sviluppare i contenuti del presente Manifesto ed integrarlo.

 

Chiudiamo con un invito citando Martin Luther King:

 

“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla”.

 

Genova, Bari 14 Aprile 2020

 

Il Segretario Nazionale CDL                                                     L'addetto stampa

 Antonino Ingrosso                                                                  Roberto Loporcaro

www.cdlregionesalento.it                        www.costituentedemocraticaliberale.it        

DOTTORESSA IVANA RIMMUAUDO - GELA (CL)) COORDINATORE PROVINCIALE DEL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> NELLA PROVINCIA DÌ CALTANISSETTA. (CL).

* SI CONSOLIDA ULTERIORMENTE LA DIRIGENZA DELLA CDL NELLA PROVINCIA DI CALTANISSETTA.

* DOTTORESSA IVANA RIMMUAUDO - GELA (CL)) - PROFESSIONE “ASSISTENTE SOCIALE” E' STATA NOMINATA
COORDINATORE PROVINCIALE DEL CDL NELLA PROVINCIA DI CALTANISSETTA. (CL).

* LA NOMINA GLI E' STATA CONFERITA DAL SEGRETARIO POLITICO NAZIONALE ANTONINO INGROSSO (GE), SU PROPOSTA DEL SEGRETARIO POLITICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ANTONIO ANTICO, SENTITA LA DIRIGENZA NAZIONALE.

* GIUNGANO ALLA NOSTRA RAPPRESENTANTE DEL “CDL” I PIÙ' CORDIALI AUGURI DÌ BUON LAVORO DA PARTE DÌ TUTTA LA DIRIGENZA.
MAIL - ivana.rimmaudo@costituentedemocraticaliberale.com

- La segreteria nazionale
- Antonino Ingrosso 
Presidente del CDL. (Costituente Democratica Liberale) 
MAIL- cdlsegreterianazionale@gmail.com
CELL- 3472424205

 

Il Dott. ANTONIO AkNTICO (Bergamo) è stata nominato Commissario ad ACTA per la regione SICILIA.

" PROSEGUE IN MODO SEMPRE PIÙ' SIGNIFICATIVO E CONCRETO LA RIORGANIZZAZIONE E LA CRESCITA DELLA DEL MOVIMENTO POLITICO DEL “CDL”< COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SUL TERRITORIO SICILIANO.
Il Dott. ANTONIO ANTICO (Bergamo) (Segretario regionale della Lombardia) è stata nominato Commissario ad ACTA per la regione SICILIA.
 
* La nomina gli è stata conferita dal Segretario politico nazionale, Antonino Ingrosso. di concerto con la segreteria nazionale, sentito l' ufficio di Presidenza rispettando le norme del vigente statuto del CDL .
* Al Dott. ANTONIO ANTICO giungano i più cordiali AUGURI di BUON LAVORO da parte di tutta la Dirigenza nazionale del CDL.
 
- mail cdlsegreterianazionale@gmail.com
- mail cdlsegreteria.caltanissetta@gmail.com
- mail antonio.antico@costituentedemocraticaliberale.com
- Sito web: www.costituentedemocraticaliberale.com
- Sito web: www.cdlitalianazionale.it
- pagina verificata facebook:
https://www.facebook.com/cdlsegreteria.caltanissetta/
Gruppo del CDL Sicilia:

Il CDL ITALIA VERSO GLI STATI GENERALI IN VISTA DELLE ELEZIONI IN PUGLIA

Interessante È proficua la riunione svoltasi in via Dante 166 a Bari degli stati generali delle confederazioni di movimenti, rappresentati in qualità organizzatore del PLI (Partito Liberale) Puglia.

-Dott. Stefano Maria Cuomo​​, PLI.
Coordinatore nazionale del sud
- Professore Canio TRIONE (Economista)
Docente dell' università degli studi di Bari. (Aldo Moro). Responsabile del dipartimento di Giurisprudenza è Politica Internazionale.
- Dott. Pino PICCIARELLI.-
- Dott. Andrea MORO.
- Dott. Roberto MASARO.
Rappresentanti del movimento politico " MERIDIONALISTI"
-Roberto BUCCI, "movimento professionisti 2020"
- IL CDL ITALIA, rappresentato dal Presidente. Antonino Ingrosso,
assieme a i movimenti confederati con essi confederati
-RDD, (Rinnovamento di Destra) Coordinatrice nazionale Maria Pala​​
-ITALIA giovane solidale ( Presidente)
Avv. Emanuele Mazzara​​.
-D.C. (Destra Confederata).
Costituente Cdl Democratica Liberale Salento​​.
Raggruppati nella Sigla: NVI.(Noi con Voi pe l'italia)
Nella riunione vi sono stati inseriti dei punti fermi per una nuova politica trasparente al servizio del paese è per il popolo.
Idee nuove per coinvolgere l'elettorato italiano disgustato dalla politica governata da l' hobby occulte, è non al servizio del popolo.
Una nuova politica che dia entusiasmo con il coinvolgimento di giovani che vogliono avvicinarsi alla nuova politica, fatta con passione, trasparenza, mettendosi in gioco per il bene del nostro paese. ...L' ITALIA !

  • IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA > PARTECIPA ALLE ELEZIONI A FOGGIA CON FORZA ITALIA

    CARISSIMI, SONO FORTEMENTE CONVINTO CHE IN PUGLIA, LA CDL ASSIEME A FORZA ITALIA, PUÒ FARE LA DIFFERENZA ANCHE IN EUROPA. IERI HO AVUTO MODO DI CONOSCERE UNA SQUADRA BELLISSIMA CHE SI STA BATTENDO COME NOI PER UNA REGIONE PIÙ BELLA E PIÙ FORTE. PER QUESTO CHIEDO A TUTTI DI VOTARE RAFFAELE DI MAURO ALLE COMUNALI DI FOGGIA. È DI SOSTENERE LA CANDIDATURA DI BARBARA MATERA E SILVESTRIS IN EUROPA.
    ANTONIO CASIELLO
    Segretario cittadino FOGGIA

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1188679784620309&id=294943177327312
    www.costituentedemocraticaliberale.com
    www.cdlitalianazionale.it

  • IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> PARTECIPA ALLE ELEZIONI A FOGGIA CON FORZA ITALIA

    CARISSIMI, SONO FORTEMENTE CONVINTO CHE IN PUGLIA, LA CDL ASSIEME A FORZA ITALIA, PUÒ FARE LA DIFFERENZA ANCHE IN EUROPA. IERI HO AVUTO MODO DI CONOSCERE UNA SQUADRA BELLISSIMA CHE SI STA BATTENDO COME NOI PER UNA REGIONE PIÙ BELLA E PIÙ FORTE. PER QUESTO CHIEDO A TUTTI DI VOTARE RAFFAELE DI MAURO ALLE COMUNALI DI FOGGIA. È DI SOSTENERE LA CANDIDATURA DI BARBARA MATERA E SILVESTRIS IN EUROPA.
    ANTONIO CASIELLO
    Segretario cittadino FOGGIA

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1188679784620309&id=294943177327312
    www.cdlitalianazionale.it

Che cos'è il “CDL” - COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE “CDL”

Costituente Democratica Liberale è un’iniziativa aperta a tutti quei cittadini convinti a un rinnovamento, ispirato ai principi della libertà.

Ci vuole nuovo smalto e nuova mentalità.

I dibattiti in televisione sulla politica sono perennemente uguali a se stessi. Non importa chi dice cosa, la frase fatta è sulla bocca di tutti. Basta dare al cittadino false speranze e coltivare la mediocrità, il razzismo, il qualunquismo e le chiacchiere inutili. In questo il CDL è diverso. Il CDL <Costituente Democratica Liberale>, oltre che salvaguardare gli interessi di elettori e tesserati, pensa anche CONCRETAMENTE ai bisogni del paese. Pochi punti ben articolati, ONESTA' COERENZA, Tutela della FAMIGLIA, e dei VALORI. 
Basta veramente poco per essere attori e non spettatori del mondo che ci circonda. Appoggiare questo movimento significa avere voce in capitolo, agire per il bene della comunità e non solo per i propri meschini interessi. 
Ci vuole nuovo smalto e nuova mentalità. 
Oggi è possibile. Credete in NOI giovani del CDL <Costituente Democratica Liberale>.

Nuovo coordinatore per la città di Milano del CDL "Costituente Democratica Liberale "

Il Presidente del CDL <Costituente Democratica Liberale > Antonino Ingrosso, in seguito a un incontro con la segreteria nazionale, si è convenuta la necessità di un nuovo coordinatore sulla città di Milano. ha nominato Irwin ALLAS Coordinatore comunale del CDL sul territorio Milanese.
Al nuovo cordinatore giungano gli auguri di tutto il movimento del CDL. Buon Lavoro

CONTINUA LA COLLABORAZIONE DEL MOVIMENTO POLITICO DEL "CDL" <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> CON IL MOVIMENTO POLITICO "DESTRA CONFEDERATA”

CONTINUA LA COLLABORAZIONE DEL MOVIMENTO POLITICO DEL "CDL" <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> CON IL MOVIMENTO POLITICO "DESTRA CONFEDERATA”

Il Direttivo del CDL
All'ordine del giorno a deciso di continuare la collaborazione con il Movimento Politico denominato “DESTRA CONFEDERATA” facente capo alla Coordinatore Nazionale Antonio Delia. con sede legale a LECCE.

Il Presidente del CDL “COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE” Antonino Ingrosso, ringrazia la Direzione di " DI DESTRA CONFEDERATA " per la collaborazione.

Questo importante accordo rafforza l' impegno politico, per le prossime elezioni Europee è nei comuni che vanno al voto in tutto il territorio nazionale.

La Segreteria Politica Nazionale,
Il Segretario Nazionale del Cdl Costituente Democratica Liberale
Antonino Ingrosso.

CDL. <Costituente Democratica Liberale>
mail- costituentedemocraticaliberale@gmail.com
www.cdlitalianazionale.it

 

BUON ANNO 2019.

Il movimento politico del CDL "Costituente Democratica Liberale" Vi ringrazia per lo splendido anno passato insieme a i nostri social e
auguriamo a tutti voi un felice 2019. Il Presidente. Antonino Ingrosso

BUON ANNO 2019.

IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SCENDE IN CAMPO A SQUINZANO PROVINCIA DÌ (LECCE) PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 10 GIUGNO 2018.

IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SCENDE IN CAMPO A SQUINZANO PROVINCIA DÌ (LECCE) PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 10 GIUGNO 2018.

LO FA ASSIEME ALLA LISTA “SQUINZANO CAMBIA” CON DEI PROPRI CANDIDATI ASSIEME AL SINDACO DELLA CITTA’ IL DOT. ANDREA ANDRESANI .
INTERESSANTE PROGRAMMA ELETTORALE ELABORATO DAL CANDIDATO SINDACO NONCHE’ IL NOSTRO SEGRETARIO CITTADINO DEL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> E’ ALLA LISTA CIVICA “SQUINZANO CAMBIA”
INTITOLATO: < COSTRUIAMO INSIEME IL FUTURO DELLA NOSTRA CITTA’. SQUINZANO”

Il CDL >COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> scende in campo a SQUINZANO (popoloso Comune della provincia di Lecce) in vista delle elezioni amministrative che si terranno in città domenica 10 giugno 2018.
La fa con una autonoma lista di candidati, con il nome e il simbolo confederato con il CDL e con il logo “SQUINZANO CAMBIA” di cui , e candidando a Sindaco della città il dott. ANDREA ANDRESANI, 
Titolare -Amministratore presso Andresani Multimediale, Informatico presso Andresani- Multimediale.

Profondo conoscitore della realtà locale e delle sue problematiche, desideroso di dare il proprio contributo (assieme agli altri candidati della lista “SQUINZANO CAMBIA” è il CDL <Costituente Democratica Liberale> coadiuvato dagli altri movimenti “< D.C. Destra Confederata; - RRD., Rinnovamento di destra; - Per l’ Italia; - I.G.S. -Italia giovane solidale; - MGO- Movimento Gente Onesta.> per il progresso civile ed amministrativo della città di SQUINZANO (LE).

Il candidato Sindaco di SQUINZANO Dott. ANDREA ANDRESANI, ha avuto modo di incontrare la sua squadra di 12 candidati consiglieri comunali della Lista Civica e della Federazione dei movimenti assieme al CDL, , per una opportuna verifica della campagna elettorale a tre settimane dal voto amministrativo.
L’obbiettivo primario dell’incontro ha dichiarato il Dott. Andrea ANDRESANI è stato quello di verificare il programma elettorale presentato dalla coalizione CDL- e i movimenti confederati , con la lista Civica “SQUINZANO CAMBIA” confrontandola con i commenti e con le proposte dei cittadini di Squinzano, così come raccolte dai candidati consiglieri, i quali hanno già iniziato la propria campagna elettorale in vista del voto del 10 giugno p.v.

Il candidato Sindaco dott. ANDREA ANDRESANI, ha voluto sottolineare che le problematiche principali che interessano in questo momento la città di Squinzano sono sostanzialmente otto.

1) Agevolazioni per l’ imprese giovanili,
2) Aumento della sicurezza,
3) Rivalutazione della zona industriale, (PIP)
4) Canile Comunale,
5) Attività culturale.
6) Piano turistico per le marine di Casalabate,
7) Digitalizzazione del Comune.
8) Urbanizzazione della marine di Casalabate.

CONTINUA LA COLLABORAZIONE DEL MOVIMENTO POLITICO DEL "CDL" <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> CON IL MOVIMENTO POLITICO "RINNOVAMENTO DÌ DESTRA”

CONTINUA LA COLLABORAZIONE DEL MOVIMENTO POLITICO DEL "CDL" <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> CON IL MOVIMENTO POLITICO "RINNOVAMENTO DÌ DESTRA”

Il Direttivo del CDL 
All'ordine del giorno a deciso di continuare la collaborazione con il Movimento Politico denominato “RINNOVAMENTO DÌ DESTRA” facente capo alla Coordinatrice Nazionale Avv. Maria PALA. con sede legale a Milano.

Il Presidente del CDL “COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE” Antonino Ingrosso, ringrazia la Direzione di "RINNOVAMENTO DI DESTRA" per la collaborazione.

Questo importante accordo rafforza l' impegno politico, per le prossime elezioni Europee è nei comuni che vanno al voto in tutto il territorio nazionale.

La Segreteria Politica Nazionale,
Il Segretario Nazionale del Cdl Costituente Democratica Liberale
Antonino Ingrosso.

CDL. <Costituente Democratica Liberale>
Codice fiscale 95181180100 - Codice attività -
mail- costituentedemocraticaliberale@gmail.com
www.cdlitalianazionale.it

IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SCENDE IN CAMPO A SQUINZANO PROVINCIA DÌ (LECCE) PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 10 GIUGNO 2018.

IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> SCENDE IN CAMPO A SQUINZANO PROVINCIA DÌ (LECCE) PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 10 GIUGNO 2018.

LO FA ASSIEME ALLA LISTA “SQUINZANO CAMBIA” CON DEI PROPRI CANDIDATI ASSIEME AL SINDACO DELLA CITTA’ IL DOT. ANDREA ANDRESANI .
INTERESSANTE PROGRAMMA ELETTORALE ELABORATO DAL CANDIDATO SINDACO NONCHE’ IL NOSTRO SEGRETARIO CITTADINO DEL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> E’ ALLA LISTA CIVICA “SQUINZANO CAMBIA”
INTITOLATO: < COSTRUIAMO INSIEME IL FUTURO DELLA NOSTRA CITTA’. SQUINZANO”

Il CDL >COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> scende in campo a SQUINZANO (popoloso Comune della provincia di Lecce) in vista delle elezioni amministrative che si terranno in città domenica 10 giugno 2018.
La fa con una autonoma lista di candidati, con il nome e il simbolo confederato con il CDL e con il logo “SQUINZANO CAMBIA” di cui , e candidando a Sindaco della città il dott. ANDREA ANDRESANI, 
Titolare -Amministratore presso Andresani Multimediale, Informatico presso Andresani- Multimediale.

Profondo conoscitore della realtà locale e delle sue problematiche, desideroso di dare il proprio contributo (assieme agli altri candidati della lista “SQUINZANO CAMBIA” è il CDL <Costituente Democratica Liberale> coadiuvato dagli altri movimenti “< D.C. Destra Confederata; - RRD., Rinnovamento di destra; - Per l’ Italia; - I.G.S. -Italia giovane solidale; - MGO- Movimento Gente Onesta.> per il progresso civile ed amministrativo della città di SQUINZANO (LE).

Il candidato Sindaco di SQUINZANO Dott. ANDREA ANDRESANI, ha avuto modo di incontrare la sua squadra di 12 candidati consiglieri comunali della Lista Civica e della Federazione dei movimenti assieme al CDL, , per una opportuna verifica della campagna elettorale a tre settimane dal voto amministrativo.
L’obbiettivo primario dell’incontro ha dichiarato il Dott. Andrea ANDRESANI è stato quello di verificare il programma elettorale presentato dalla coalizione CDL- e i movimenti confederati , con la lista Civica “SQUINZANO CAMBIA” confrontandola con i commenti e con le proposte dei cittadini di Squinzano, così come raccolte dai candidati consiglieri, i quali hanno già iniziato la propria campagna elettorale in vista del voto del 10 giugno p.v.

Il candidato Sindaco dott. ANDREA ANDRESANI, ha voluto sottolineare che le problematiche principali che interessano in questo momento la città di Squinzano sono sostanzialmente otto.

1) Agevolazioni per l’ imprese giovanili,
2) Aumento della sicurezza,
3) Rivalutazione della zona industriale, (PIP)
4) Canile Comunale,
5) Attività culturale.
6) Piano turistico per le marine di Casalabate,
7) Digitalizzazione del Comune.
8) Urbanizzazione della marine di Casalabate.

 

 

 

 

 

Era l’anno 2009, quando decisi di far nascere il movimento politico denominato “CDL” <COSTITUENTE DESTRA LIBERALE>

Era l’anno 2009, quando decisi di far nascere il movimento politico denominato “CDL”  lo feci in un momento particolare della mia  vita politica, di grande caos politico, di difficoltà di comprensione della complessità che si stava evidenziando. In quel momento vedevo spuntare, liste civiche, movimenti, ecc.

 

Notavo che si portavano avanti idee è nuove proposte, in parte, condivisibili, Allora decisi  di proseguire la strada del Movimento, abbandonando la mia idea politica democristiana.

 

Cosi portai avanti il mio progetto. Sapevo che avrei riscontrato tanta diffidenza,ma soprattutto tanta indifferenza, ero conscio che sarei stato etichettato come un  soggetto che costruisce un Movimento, l’ ennesimo.

 

 Forte della mia esperienza vissuta nel partito della Democrazia Cristiana, corrente di centro destra, decisi di scendere in campo perché oramai i partiti con il loro disastri, il loro modo di agire ci avevano reso  la  vita molto difficile, Fu allora che  decisi di attivarmi, lo feci mettendo a disposizione la mia lunga carriera politica fatta all’ interno del partito stando attento a non ripetere gli errori altrui,  proprio  gli errori altrui hanno fatto SI  a cercare di essere sempre  trasparente verso chi cercava di avvicinarsi alla Politica.

 

Ricordo che il movimento si autofinanzia con le donazioni che arrivano dai soli tesserati, parte dei contributi sono destinati a favore di persone in difficoltà.

 

Ero e sono convinto ancora che avendo scelto di fare politica attiva, avrei pestato i piedi a molti.

 

Nel mio girovagare in tutta l’Italia,  mi sarei tirato addosso ire, più o meno giustificate, di molti che sono giustamente schifati da questa politica sporca e del malaffare.

 

Tenevo duro alle offese che mi giungevano alla mia persona, tutto ciò, non mi è  mai venuta l’ idea di abbandonare, anzi, è sempre stato  il contrario, rispondendo con garbo, con educazione moderazione facendo capire ad essi che di fronte avevano una persona con grande trasparenza e lealtà è che è amante di quella Politica, quella vera.

 

Ho scelto sempre di lavorare sul territorio senza mai avere l’ idea di puntare in alto per conquistare una poltrona.

 

Ho scelto sempre di far conoscere il movimento del “CDL” è i suoi rappresentanti come soggetti che mirano alla ricostruzione sociale, culturale, morale del Paese, senza avere mire personali o di scalata al potere politico.

 

Quando decisi, nel lontano 2009 di creare il Movimento, lo feci anche perché ero spinto da tanti compagni di partito delusi, che avevano voglia di  andare avanti e dopo tanti confronti, tante indecisioni, meditazioni, Decisi di attuare questo progetto. Così Fu.  (Alcuni, è  furono tanti che  abbandonarono il progetto per il solo scopo di vendersi a qualcuno), pur tuttavia con tanta difficoltà andai avanti. Tutto ciò l’ho avevo previsto. (di. Giuda Iscariota nella politica Italiana ve né sono tanti).

Non importa, avevo previsto anche questo. Consapevole che la scelta non avrebbe potuto continuare con quei soggetti  della prima ora.

Vado avanti, sempre è comunque.

 Nel tempo mi sono circondato di persone Oneste,  persone che amano la trasparenza e la voglia di fare politica al servizio della gente, non per niente ora il nostro motto è “INSIEME A NOI per VOI”

 Poi nel 2013 vi fu un cambiamento storico, dentro al movimento entrarono vecchi Amici con idee democratiche è liberali alle quali Io ne condivido le idee,

 Fu così che cambiammo il CDL , dove la nostra esperienza con futuro è libertà cessò, per poi riprendere quel cammino con la denominazione “CDL dove tutti noi ci riconosciamo.

 Insieme con tutti coloro che formano il nostro movimento ho deciso di portare ancora avanti  questa avventura non facile, Ora più che mai siamo presenti alle sfide che ci attendono con la trasparenza che ci contraddistingue la serietà l’ onestà verso tutti coloro che credono nei nostri valori.

Sappiamo che, ora più che mai  attraversiamo un momento di grande confusione  elettorale che il Paese sta attraversando.   Siamo ancora convinti di avere quel pizzico di  esperienza in più da mettere al servizio della gente.

Noi andiamo avanti, con pazienza, umiltà, impegno e coraggio, cosa, che a tutti i nostri militanti non manca.

 Cari Amici Vi chiedo, Se credete in quei valori del nostro movimento di sostenerci in qualsiasi modo,

 Noi abbiamo bisogno di tanti volontari che sposano il nostro progetto,

Lo potete fare aderendo al movimento. prendendo contatto con i seguenti link:

 www.cdlitalianazionale.it 

 

-mail costituentedemocraticaliberale@gmail.com

 

-  mail segretria.nazionale@costituentedemocraticaliberale.com

 

Contatto: 3472424205

 

 

 

 

 

NASCE IN CANADA. IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>

 

UN MOVIMENTO POLITICO DEMOCRATICO LIBERALE, CHE SI ISPIRA A DEI VALORI CRISTIANI. 
RAPPRESENTATO DALLA NOSTRA AMBASCIATRICE CANADESE DÌ ORIGINE CALABRO PUGLIESE. DOTT.SSA, “PALMA CARAMIA”.

TUTTO IL MOVIMENTO POLITICO DA IL BENVENUTO ALLA DOTTORESSA “PALMA CARAMIA CHE HA RECENTEMENTE FORMALIZZATO LA SUA ADESIONE ALLA COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE. 
ALLA DOTT.SSA. CARAMIA FARA’ RIFERIMENTO IL “CDL” CHE POTRA’ DUNQUE DA OGGI ANNOVERARE TRA LE NUMEREVOLI SEDI ANCHE QUELLA OLTRE CONFINE IN ONTARIO (CANADA)..

BREVE STORIA DELLA NOSTRA REFERENTE DEL CDL, CON L’ INACARICO DÌ RESPONSABILE NAZIONALE DEL DIPARTIMENTO ITALIANI ALL’ ESTERO (CANADA).

NASCE A TORONTO (CANADA) DA GENITORI PUGLIESI E CALABRESI,
AMBASCIATRICE, IMPRENDITRICE, E’ PRESIDENTE DEL NAZIONALE CONGRESSO “ITALIA-CANADA” PRESIEDE IL DISTRETTO DÌ NIAGARA PENISULA DISTRICT.. 
HA L’ ITALIA NEL CUORE, AMA L’ ITALIA E IL CANADA INSIEME.
E UNA PERSONA CHE AMA LA GENTE, E PER LA GENTE, E' CON LA GENTE CHE ANCORA VOGLIONO ESSERE PARTE DEI PROPRI VALORI E TRADIZIONI DÌ CULTURA CHE E IL NOSTRO PAESE.
BUON LAVORO E BENVENUTA IN CDL.
www.costituentedemocraticaliberale.it
www.costitu3entedemocraticaliberale.com
cdlregionetoscana.com
CONTATTO,
mail- palma.caramia@costituentedemocraticaliberale.com

L' ONTARIO (CANADA)
E' una delle 13 province e territori del Canada , si trova nel centro-orientale in Canada . È la provincia più popolata del Canada che rappresenta quasi il 40% della popolazione del paese ed è la seconda provincia per superficie totale. inclusi. Ospita la capitale della nazione, Ottawa , e la città più popolosa della nazione, Toronto . L’ Ontario è la provincia più multiculturale del Canada , dove metà di tutti i nuovi immigrati fanno la loro casa. L'Ontario è una terra di opportunità. È una società prospera e democratica costruita dal duro lavoro di generazioni di immigrati.😊

"La Segreteria Politica della CDL, valutati i programmi politici dei Partiti partecipanti alle prossime elezioni politiche, affida pieno appoggio al Popolo della Famiglia riservando un encomio particolare agli argomenti trattati in maniera completa ed esaustiva e con chiarezza di obiettivi. In un panorama di trasversale disordine il Popolo della Famiglia affronta con competenza le varie e articolate problematiche sociali e propone soluzioni concrete, ponderate ed eticamente ineccepibili. Un sostegno particolare al Dott. Vito Pietro Loporcaro, fratello dell'amico e dirigente del CDL Roberto, che concorre alla Camera nel Collegio 1 di Bari. Tutta la Costituente Democratica Liberale, apprezzando lo zelo e la perseveranza del Popolo della Famiglia anche nonostante le enormi difficoltà di raccogliere un così grande numero di firme, Augura al neonato Partito i cui valori fondanti sono alla base della storia di questa Repubblica, ogni migliore risultato e soprattutto forza e numero tale negli Emicicli da poter finalmente determinare una svolta nel fin ora disastroso , almeno negli effetti, governo nazionale."

La Segreteria Politica Nazionale del CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>

"La Segreteria Politica Nazionale del CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> 
Comunica che nonostante le oltre novemila firme raccolte in tutta Italia non è stato raggiunto il numero necessario alle Candidature preannunciate in partecipazione con il MIR.

Sed Lex, Dura Lex, (La legge è dura, ma è Legge), ci si affida come sempre alla normativa vigente, per quanto ritenuta ingiusta e incongrua in tema di taluni Partiti uscenti che non necessitano di raccolta in danno di quelli nuovi invece obbligati, e pertanto si augurano ai soli movimenti che siano riusciti in così poco tempo a centrare l'obiettivo i migliori auspici."
Il movimento politico del CDL <Costituente Democratica Liberale> continua il suo percorso a livello nazionale per rafforzarsi in tutta la sua struttura per le prossime e imminenti politiche regionali e locali. Il nostro motto e fare politica onesta e seria al servizio della gente. Sia essa DESTRA, SINISTRA, CENTRO. è mai inciucio con nessuno per il solo scopo di occupare una poltrona.

Noi vogliamo il bene della nostra amata Patria. L' ITALIA.

Il Segretario nazionale del CDL
Antonino Ingrosso.

Che cos'è il “CDL” <Costituente Democratica Liberale>

Che cos'è il “CDL” <Costituente Democratica Liberale>
e un movimento politico, ispirato ai principi della libertà.
Il CDL, non è un punto di arrivo o un soggetto statico ma una iniziativa aperta al contributo di singoli cittadini e ad organizzazioni di varia natura che, di fronte ai gravi problemi del nostro Paese, vogliono impegnarsi per trovarne le soluzioni, convinti che le ricette democratiche liberali, opportunamente aggiornate, possano fornire una indicazione indispensabile ed efficace è, quindi, un percorso che, tutti insieme attraverso il più ampio confronto, rifuggendo ogni arroccamento ideologico, vogliamo tracciare e percorrere, definendo un programma di interventi necessari, incisivi e realistici costruendo, nel contempo, gli strumenti più adatti alla partecipazione di ognuno ed al funzionamento della democrazia rappresentativa.
Fonti web:
www.costituentedemocraticaliberale.com
www.costituentedemocraticaliberale.it
www.cdlregionetoscana.com

Pagine Facebook:
www.facebook.com/cdlbarisegreteriaprovinciale/

www.facebook.com/cdlcostituentedemocraticaliberalepoggibonsi/

https://www.facebook.com/www.costituentedemocraticaliberale.it/notifications/

https://www.facebook.com/costituentedemocraticaliberale.it/

https://www.facebook.com/cdlfoggiasegreteriaprovinciale/

https://www.facebook.com/cdlcostituentedemocraticaliberalesalento/

https://www.facebook.com/cdlcomitatodelno/

https://t.co/bBWOOOirsx

IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> REVOCA IL PROTOCOLLO D’ INTESA CON IL MOVIMENTO POLITICO “MPL LIBERTAS".
Si informano tutti i dirigenti Nazionali, Regionali, Provinciale e locali, che a partire 25 marzo 2017 non vi sarà nessun rapporto con il movimento politico “MPL LIBERTAS” è il suo Presidente il Dr. Antonino FIERRO.

La presente comunicazione venga recepita da tutti i nostri referenti del CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> sul territorio nazionale, affinché chi non fosse ancora a conoscenza non debba continuare a collaborare a livello politico.
Per motivi di strategia politica a livello nazionale e locale non vi sarà più nessuna collaborazione con il suddetto movimento rappresentato dal Presidente Antonio FIERRO.
Al movimento MPL, “LIBERTAS” assieme al suo Presidente , giungano i nostri Auguri per il loro futuro.
Antonino Ingrosso
Presidente del CDL
<Costituente Democratica Liberale
Si informano tutti i dirigenti Nazionali, Regionali, Provinciale e locali, che a partire 25 marzo 2017 non vi sarà nessun rapporto con il movimento politico “MPL LIBERTAS” è il suo Presidente il Dr. Antonino FIERRO.

La presente comunicazione venga recepita da tutti i nostri referenti del CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> sul territorio nazionale, affinché chi non fosse ancora a conoscenza non debba continuare a collaborare a livello politico.
Per motivi di strategia politica a livello nazionale e locale non vi sarà più nessuna collaborazione con il suddetto movimento rappresentato dal Presidente Antonio FIERRO.
Al movimento MPL, “LIBERTAS” assieme al suo Presidente , giungano i nostri Auguri per il loro futuro.
Antonino Ingrosso
Presidente del CDL
<Costituente Democratica Liberale

IL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> REVOCA IL PROTOCOLLO D’ INTESA CON IL MOVIMENTO POLITICO “MPL LIBERTAS".

Si informano tutti i dirigenti Nazionali, Regionali, Provinciale e locali, che a partire 25 marzo 2017 non vi sarà nessun rapporto con il movimento politico “MPL LIBERTAS” è il suo Presidente il Dr. Antonino FIERRO.

La presente comunicazione venga recepita da tutti i nostri referenti del CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> sul territorio nazionale, affinché chi non fosse ancora a conoscenza non debba continuare a collaborare a livello politico.
Per motivi di strategia politica a livello nazionale e locale non vi sarà più nessuna collaborazione con il suddetto movimento rappresentato dal Presidente Antonio FIERRO.
Al movimento MPL, “LIBERTAS” assieme al suo Presidente , giungano i nostri Auguri per il loro futuro.
Antonino Ingrosso
Presidente del CDL 
<Costituente Democratica Liberale

Il movimento politico del CDL a sostegno del candidato Sindaco di Lecce Mauro GILIBERTI.

Il movimento politico del CDL a sostegno del candidato Sindaco di Lecce Mauro GILIBERTI.

Si è svolta questa mattina al centro direzionale del candidato Sindaco “Mauro GILIBERTI” (Lecce) La candidatura di 
Antonino Ingrosso, 
Il CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> nuova forza politica che sostiene la candidatura a sindaco di Lecce Mauro GILIBERTI. con la rappresentatività di suoi esponenti e la rappresentatività di Mauro GILIBERTI Hanno siglato un patto di candidatura per di Antonino INGROSSO. 
«L’incontro con Mauro GILIBERTI e la mia adesione alla sua lista spiega Antonino Ingrosso e frutto di un pensiero comune di portare insieme il cambiamento è nascono da due considerazioni. La prima di ordine nazionale, perché la CDL, rappresenta il centro destra in cui mi sono sempre riconosciuto, liberale e innovativo, lontana dal populismo.
Poi vi è una considerazione locale Con questa formazione e con un candidato come Mauro GILIBERTI, che conosco da tempo, e quindi pensiamo e possiamo di costruire una città aperta al mondo, capace di attrarre investimenti, imprese e lavoro sul territorio Leccese. GILIBERTI è un grande giornalista una persona di spessore e Lecce ha bisogno di una figura come lui. Non è il tempo di persone che si limitano a scaldare una poltrona è il tempo di agire per il cambiamento su Lecce e quindi noi vogliamo dare il nostro contributo insieme a VOI. Per questo il nostro motto è “Insieme a Noi per Voi”.

INAUGURAZIONE DI UNA NUOVA SEDE PROVINCIALE A SALICE SALENTINO IN PROVINCIA DI (LECCE)

INAUGURAZIONE DI UNA NUOVA SEDE PROVINCIALE A SALICE SALENTINO IN PROVINCIA DI (LECCE)
Diventano così tre le sezione del CDL in Puglia. Foggia - Bari Palese, è Salice Salentino.
 
------------------------------------------------------------------------------------
 
E' stata inaugurata la sede provinciale del CDL a Salice Salentino
Presente alla inaugurazione il Professore FRANCESCO SCHITTULLI , grande Oncologo a livello mondiale, il quale, ci ha onorato con la sua presenza al taglio del nastro inaugurale, coadiuvato dalla dottoressa DIANA PAPALEO, responsabile del Dipartimento STALKING, del CDL , presenti i rappresentanti dei dirigenti del CDL Puglia .
A seguire. Si è svolto presso la sala dell’ associazione “SALI’Cè” un incontro altamente culturale promosso sempre dal CDL, nei suoi vari dipartimenti. Per la SANITÀ a fatto il suo intervento, il Prof. Francesco SCHITTULLI. Per il dipartimento STALKING, la responsabile del dipartimento, Dott.ssa, Diana Papaleo. Per il dipartimento LEGALITÀ' E GIUSTIZIA, il responsabile del dipartimento Avv Roberto Roberto CataldiI. per l' imprenditoria il Segretario Regionale della Puglia del CDL Roberto Loporcaro Anaclerio, A seguire e stato apprezzato l’ intervento del Dott. Salvatore Antonazzo. Ex Consigliere del comune di Nardò.
Interessante e chiaro l’ intervento del nostro Presidente del CDL Antonino Ingrosso , il quale ha spiegato chiaro e coinciso, come si può, è si deve cambiare questa politica fatta di soli interessi personali a discapito della gente che crede in una vera è sana Politica. Eliminando quella politica corrotta fatta da lobby occulte.
Si è discusso poi delle varie problematiche e di come rimane indifferente la Politica oggi.
Un ringraziamento vada al moderatore dell’ Associazione Culturale Salic'è Sandro RIZZO, che con la sua professionalità di giornalista ha gestito questo Convegno improntato sulle tematiche introdotte, ovvero “SANITA’, GIUSTIZIA, IMPRENDITORIALITÀ’, STALKING, E DIRITTI LESI”
Dopo questo dibattito siamo più convinti che Si può fare politica vera al servizio della gente con trasparenza e serietà, attraverso dei bravi ragazzi puliti è onesti... cancellando la politica sporca fatta da gente collusa con lobby occulte che usano la politica per i loro sporchi interessi.
Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato a questo importante evento,
GRAZIE A TUTTI,

AMICI DÌ BAGNI DÌ LUCCA SIAMO PRONTI.

AMICI DÌ BAGNI DÌ LUCCA  SIAMO  PRONTI.

Noi candidati con il movimento  politico  culturale del “CDL” a Bagni di Lucca con Quinto BERNARDI, Candidato Sindaco.

SIAMO  PRONTI  a credere in ognuno di Voi e nel vostro sostegno.
SIAMO  PRONTI  ad ascoltare ogni vostro consiglio o critica.
SIAMO  PRONTI  a rappresentarvi e farci portavoce in ogni situazione, come abbiamo sempre fatto.
SIAMO  PRONTI  come sempre, alla Trasparenza, alla Lealtà e al duro Lavoro che ci aspetta.
SIAMO  PRONTI  ad affrontare la "La Bagni di Lucca degli Ultimi" collaborando con  Voi.
SIAMO  PRONTI  a costruire insieme a voi la nostra "Bagni di Lucca",
SIAMO  PRONTI  a lavorare per una "Bagni di Lucca Sicura".

Amici, siamo  pronti a scrivere insieme a Voi, la storia di un grande paese come “BAGNI di LUCCA
Firmato,

I Candidati Consiglieri del CDL

 

- Massimiliano - RONI -  Stefania - GIULIANETTI - Claudio - CUBATTOLI  -  Annalisa - AMADEI 

-  Marisa –TABARELLE   Piero – PENNISI  - Vittoria – SANDU - Renzo – SELMI  - Fabio – GAMBINO

 

- Quinto - BERNARDI , Candidato Sindaco   per BAGNI di LUCCA
“INSIEME A NOI PER VOI”

 

 

 

NOI DEL CDL "COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE" SIAMO PRONTI.

AMICI DÌ BAGNI DÌ LUCCA

SIAMO PRONTI a credere in ognuno di Voi e nel vostro sostegno.

SIAMO PRONTI ad ascoltare ogni vostro consiglio o critica.

SIAMO PRONTI a rappresentarvi e farmi vostro portavoce in ogni situazione, come ho sempre fatto.

SIAMO PRONTI,  come sempre, alla Trasparenza, alla Lealtà e al duro Lavoro che Ci aspetta.

SIAMO PRONTI ad affrontare la "LA BAGNI DI LUCCA DEGLI ULTIMI" collaborando assiduamente al progetto #cartafamiglia.

SIAMO PRONTI a costruire insieme a voi la nostra "Bagni di Lucca",

 SIAMO PRONTI a lavorare per una "Bagni di Lucca Sicura".

Amici miei, siamo  pronti a scrivere insieme a voi, la storia di un grande paese come “BAGNI di LUCCA
Firmato
I CANDIDATI DEL "CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE>
“INSIEME A NOI PER VOI”

Che cos'è un sogno ? ..

Che cos'è un sogno? Un sogno è un qualche cosa che nasce dal tuo pensiero o dal tuo cuore e come lievito cresce ed acquista volume, man mano che lo nutri di speranze ed ambizioni. Il mio sogno, oggi qui, in questo momento, è vedere risollevarsi il mio Paese, l'Italia, dal degrado in cui versa ormai da decenni. E per farlo ho intenzione di partire da piccole cose, da piccole realtà quotidiane che lentamente, mi impegnero' a portare avanti con impegno e coraggio, malgrado le difficoltà. Intanto cominciamo a rimboccarci le maniche e prendiamo consapevolezza che poco è sempre meglio di niente. Che anche il nostro comune, la nostra amata Bagni di Lucca, ha bisogno di noi (candidati) e di voi (elettori). Forse sembrerà una goccia nell'Oceano, ma come disse Madre Teresa, senza quella goccia all'Oceano mancherebbe qualcosa. Ed io voglio esserci! Voglio far parte di quella "troupe" di quella "équipe" che riporterà il nostro comune agli antichi splendori. Quando tutti venivano a fare il bagno alle Terme, quando il bar Italia era un punto di ritrovo per residenti e villeggianti, quando c'erano i mezzi per muoversi nelle varie frazioni tutto l'anno, non solo in previsione dell'estate. Anzi, ne approfitto per dire che, in questo senso, mi prodighero' affinché nei vari paesini della controneria venga innestato un servizio navette, così da rendere il più possibile agevole la mobilità di tutti coloro che abitano fuori dai Bagni alla Villa e che, altrimenti, rimarrebbero isolati. Tante idee quindi, tanti progetti, ma niente di fatto senza il vostro voto. Prendete nota: alle prossime elezioni dell'11 Giugno votate Quinto Bernardi ed il partito di centro destra Costituente Democratica Liberale. Non ve ne pentirete! Ci conto eh? Cominciamo a sognare insieme. 

NON C'E' FUTURO SE NON SI CAMBIA MENTALITÀ'.

CDL COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE (movimento politico di centro-destra)

Un movimento fatto di giovani per una nuova politica locale e nazionale SANA, TRASPARENTE, AL SERVIZIO DELLA GENTE.

I nostri giovani ci mettono la faccia con le proprie idee, per riportare credibilita al paese

NON C'E' FUTURO SENZA GIOVANI.

NON C'E' FUTURO SE NON SI CAMBIA MENTALITA'.

NON C'E' FUTURO SE CONTINUIAMO A DARE FIDUCIA A CHI A GIA GOVERNATO IL NOSTRO PAESE!!!

NON C'E' FUTURO SE CONTINUIAMO AD ESSERE CONTRARI A OSPITARE PERSONE PER IL BENE DI BAGNI , PER UN CAMBIAMENTO RADICALE.

NON C'E' FUTURO SE CI SI OSTINA A SOSTENERE CHI IN QUESTI ANNI CI HA GOVERNATO.

NON C'E' FUTURO SE NON RISPETTIAMO CHI VERAMENTE HA BISOGNO DI NOI.

NON C'E' FUTURO SE NON RISPETTIAMO I NOSTRI CONCITTADINI.

NON C'E' FUTURO SE NON RISPETTIAMO I NOSTRI CONNAZIONALI NELLE GIORNATE DEL LUTTO NAZIONALE.

NON C'E' FUTURO SENZA IL SOCIALE.

Questo messaggio e' rivolto a tutti i cittadini di Bagni di Lucca

Noi del CDL Con i nostri giovani vogliamo un paese migliore per il bene di tutti...

 

 

 

 

 

Elisa AMADEI alias (Lysa Lisetta), Candidata nella lista del CDL con Quinto Bernardi

Elisa AMADEI alias (Lysa Lisetta), Candidata nella lista di Quinto Bernardi Segretario Regionale della Toscana del CDL del terzo settore. Segretario Provinciale è candidato Sindaco a Bagni di Lucca ha le idee molto chiare per un futuro di quel territorio dove risiede.
Quindi, non possiamo che essere fieri di avere giovani con la faccia pulita al servizio della comunità. 
Ora più che mai bisogna dare fiducia alla nuova generazione affinché possano costruirsi un mondo migliore, senza dover abbandonare la loro terra è il loro paese. 

------------------------------------------------------------------- .
Il pensiero chiaro e conciso della nostra rappresentante del CDL a Bagni di Lucca, Elisa AMADEI alias (Lysa Lisetta)

Avviso per i cittadini di Bagni di Lucca
Noi giovani del CDL di orientamento politico di centro/destra e di cui i nostri valori principali sono quelli per il sociale e per la famiglia (non a caso il nostro spot è . Facciamo presente che, a livello di incuria dei siti verdi, il nostro comune si sta facendo una pessima pubblicità. Senza citare le precedenti amministrazioni e la possibile loro responsabilità in materia, personalmente osservo i dati oggettivi. Villa Ada è allo sfacelo e lo stesso dicasi per Villa Fiori, nella quale non esiste ancora una appropriata tutela dei luoghi arborei, che giacciono (purtroppo) in uno stato di completo disordine. Il CDL Costituente Democratica Liberale, si propone di tutelare e di salvaguardare questi luoghi, belli non solo dal punto di vista storico culturale, ma anche in quanto fulcro di attrazione per gli eventuali turisti stranieri che ogni estate vengono a vistare il paese e si aspettano di trovare un ambiente pulito.
Quindi, cittadini.! Se intendete cambiare veramente le cose, non limitatevi a lamentarvi. Alle prossime elezioni votate CDL. Non vi facciamo utopiche promesse. Il nostro programma è strutturato in pochi punti, concisi ma essenziali. Con il vostro aiuto possiamo sperare di cambiare le cose. CDL: per una nuova Bagni di Lucca. 
Grazie !.
Come dice il nostro motto. “INSIEME A NOI PER VOI”

 
 
 
 
 

Massimiliano Roni e Stefania Giulianetti candidati con il CDL

BAGNI DI LUCCA  Fonte la Gazzetta del Serchio.

Massimiliano e Stefania si presentano:

“Ecco perché abbiamo deciso di candidarci con Quinto Bernardi”

martedì, 11 aprile 2017, 15:21

di andrea cosimini

Loro sono Massimiliano Roni e Stefania Giulianetti, due giovani venticinquenni, che hanno deciso di metterci la faccia e di candidarsi, alle prossime elezioni amministrative a Bagni di Lucca, nella lista Cdl – Costituente Democratica Liberale, movimento centro-destrista, per appoggiare il candidato sindaco Quinto Bernardi.

Massimiliano abita a Guzzano, una piccola frazione del comune di Bagni di Lucca. E’ laureato in lingue e letterature straniere all’università di Pisa ed è prossimo al conseguimento della laurea magistrale in lingue e letterature moderne euroamericane, sempre a Pisa. Stefania, invece, ha origini italo-slovacche. Abita a Fornaci di Barga, anche se conosce molto bene la zona di Bagni di Lucca. E’ diplomata in servizi turistici e parla tre lingue (inglese, francese, slovacco; e se la cava abbastanza anche con il tedesco e il rumeno). Stefania è diplomata anche in estetica ed ha lavorato come terapista spa.

La loro decisione di scendere in politica, sposando il programma di Quinto Bernardi, è stata dettata soprattutto dalla volontà di rilanciare Bagni di Lucca sotto il profilo turistico. Quello del turismo, infatti, è un settore che fa da traino nella cittadina termale. Ed è quello che, a questi due giovani ragazzi, sta più a cuore. Non solo perché di loro competenza (Stefania è diplomata in servizi turistici) ma anche perché sono consapevoli che, se valorizzato e sfruttato al meglio, può concretamente generare posti di lavoro e opportunità oltre ad un arricchimento culturale e umano.

“Io ho le idee chiare su come rilanciare il settore turistico – esordisce Massimiliano – e possono essere riassunte in nove punti: per prima cosa, con la reintroduzione del trekking; poi con la creazione di pacchetti turistici all inclusive, facendo però anche in modo che entrambe le parti possano beneficiarne (hotel, agriturismi, escursioni in montagna, all’Orrido di Botri, servizio trasporti turistici che porteranno i turisti ovunque desiderino andare e trattamenti termali presso le nostre meravigliose terme); quindi, la creazione di bar, punti di incontro, presso la stazione di Fornoli e nei paesi con pochissimi abitanti e, al quarto punto, la creazione di un punto informazioni turistiche sempre presso la stazione di Fornoli; 

Al quinto punto – prosegue Massimiliano – metterei la rivalorizzazione dei giardini pubblici andati distrutti a causa della terribile raffica di vento del marzo 2015; poi la rivalorizzazione delle aree esterne delle ville, che avviene tramite la creazione di aree per picnic, aree giochi per bambini e aree di svago e relax; quindi, al settimo punto, l’introduzione del mercato del fumetto a Fornoli, più la fiera del libro, con annessa creazione di un bar letterario in cui le persone possano riunirsi e, davanti ad una bella tazza di caffè o di qualsiasi altra bevanda, esprimere le proprie opinioni sui libri da loro letti per poterli poi consigliare ad altri; 

Infine – ha concluso Massimiliano -, all’ottavo e nono punto, la reintroduzione del tornei dei rioni, presso il campo sportivo di Fornoli, e l’introduzione del mercatino dell’antiquariato, sempre a Fornoli. Abbiamo notato che questa frazione, la più grande di tutto il comune, pur facendo parte del territorio comunale, è un conglomerato di case totalmente distaccato dal capoluogo comunale (il quale è il fulcro principale delle attività turistiche). Di conseguenza, riteniamo opportuno dare la possibilità ai negozi di avere entrate maggiori nelle loro casse tramite, appunto, l’istituzione del mercatino”.

Stefania, esperta del settore, ha invece individuato nelle sorgenti termali (in certi casi con stabilimenti annessi) uno dei veri punti di forza che caratterizzano il territorio di Bagni di Lucca. Sorgenti termali però che, secondo il candidato, al momento non sarebbero sfruttate nei loro molteplici benefici e vantaggi.

“Propongo – dice Stefania - una riqualificazione e un impegno di mantenimento del decoro di questi ambienti dal valore artistico e culturale enorme per far sì che eventuali investitori locali o venuti da fuori non si ritrovino a dover gettare la spugna e rinunciare ai loro progetti (a scapito del territorio) a causa degli innumerevoli problemi, delle strade difficilmente praticabili e delle tante possibilità di cui Bagni di Lucca si priva per attirare maggiori flussi di turisti. So che già è successo ed e nell'interesse di tutti noi che ciò non si ripeta. 

Il nostro programma – continua Stefania - mette, inoltre, in luce l'importanza delle aree verdi da riqualificare con aree picnic, panchine e giochi per bambini. Ai quali aggiungerei delle aree specifiche dedicate ai nostri amici a quattro-zampe e ai loro proprietari attrezzate con cestini, giochi appositi, acqua a disposizione in cui possano essere liberi di divertirsi in tutta sicurezza, immersi nella splendida cornice del paesaggio di Bagni di Lucca.

Vorrei infine – conclude la candidata - proporre una promozione più ampia della cultura italiana e internazionale grazie ad iniziative come aiuti alla biblioteca locale (già previsti), fiere, mercatini, concorsi, scambi di libri, festival a tema per avvicinare i più piccoli al mondo della lettura e soddisfare gli adulti che ne sono già appassionati”.

Massimiliano e Stefania, quindi, hanno deciso di mettere le loro idee a sostegno della campagna elettorale di Quinto Bernardi, riconosciuto da entrambi come il candidato ideale in quanto consapevole delle varie problematiche, non solo giovanili, che affliggono il comune di Bagni di Lucca. 

“Sono molto onorato ed orgoglioso di sostenere Bernardi – dichiara Massimiliano - e di essere membro della sua lista perché Bagni di Lucca ha veramente bisogno di un cambio radicale. Di conseguenza, ritengo che sia la persona di cui il nostro, amatissimo ed invidiatissimo, comune abbia veramente necessità”.

"Sostengo Bernardi – dichiara, invece, Stefania - e faccio parte della sua lista, non solo perché condivido i punti del suo programma, ma anche perché lo ritengo una delle poche persone che riconosce i gravi problemi con cui la mia generazione si ritrova a dover fare i conti e che cerca di dare spazio e voce a noi giovani”.


 

 

Primo convegno regionale del CDL <Costituente Democratica Liberale> a Poggibonsi, (Siena) presso l’hotel ALCIDE, “Per aiutare le imprese e le famiglie ad uscire dalla crisi che ci attanaglia: Analisi dei problemi e proposte operative su lavoro, sanità, sicurezza, tutela per il cittadino.”

LA DIREZIONE NAZIONALE DEL CDL  ESPRIME UN SENTITO RINGRAZIAMENTO AI DIRIGENTI DEL CDL <COSTITUENTE DEMOCRATICA LIBERALE> DELLA REGIONE TOSCANA.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<< 

Il giorno 15 luglio 2016, E’ stato organizzato dal CDL <Costituente Democratica Liberale> Regione Toscana, il primo convegno regionale a Poggibonsi, (Siena) presso l’hotel ALCIDE, viale Guglielmo Marconi n. 27

 “Per aiutare le imprese e le famiglie ad uscire dalla crisi che ci attanaglia: Analisi dei problemi e proposte operative su lavoro, sanità, sicurezza, tutela per il cittadino.” NUTO A ROMA VENERDI' 8 LUGLIO 2016.

Molte sono stati l’ interventi  di alcuni dirigenti del CDL, con la partecipazione di politici e imprenditori, medici, avvocati, i quali hanno affrontato temi di grande attualità; lavoro, sicurezza, sanità, famiglia, giustizia, scuola, è sistema sociale.

Tramite il Segretario Nazionale del CDL <Costituente Democratica Liberale>  Antonino INGROSSO, La Direzione Nazionale del CDL “Costituente Democratica Liberale” esprime vivo apprezzamento per il grande successo che ha avuto questo primo convegno regionale in Toscana svoltosi il giorno 15 luglio 2016 nella città di Poggibonsi,(SI)  presso l’ hotel ALCIDE.

In quella serata vi sono state interessanti e proficui scambi di opinioni con molti rappresentanti presenti al Convegno, e con rappresentanti di  Movimenti Politici, con i quali si è instaurato un interessante percorso,  per portare il nostro paese in una situazione di risveglio Culturale, Politico e di poter creare una sinergia con le imprese Italiane per aiutarle ad uscire di questa profonda crisi.  Crisi che dura da molti anni, grazie a quelle lobby oscure che fanno il loro interesse a discapito della popolazione Italiana arrivata allo stremo della sopravvivenza, e per questo dobbiamo trovare soluzioni rapide e conclusive affinché l’ economia, possa riprendersi.

Interessanti  sono stati gli interventi di quanti hanno preso la parola, Proponendo idee nuove  da mettere subito in atto attraverso la divulgazioni a quanti hanno a cuore le sorti del nostro paese.

Relatore dell’incontro Antonino Ingrosso,

Segretario Politico Nazionale CDL. 

<Costituente Democratica Liberale>

-          Interessante è stato il primo intervento  della Dott.ssa, Barbara CALABRESE, (Roma) docente della facoltà di Medicina dell’ Università della Sapienza a Roma, Sociologa, Criminologa, Grafologa, e Presidente del’ Associazione “Centro studi Silvia Fuselli” e Vice-Responsabile del Dipartimento Sanità del CDL <Costituente Democratica Liberale> Su i problemi della sanità e di quello che gira intorno.  Bene a fatto la dottoressa  CALABRESE, a divulgare quanto di inefficiente c’è in quel settore.

 

-          Tantissima attenzione ha avuto  l’ intervento del’ Onorevole Mario Tassone, (Roma) Segretario Nazionale del CDU, Membro Costituente della Federazione Popolare;  di cui il CDL Né fa parte.

 

L’ Onorevole, Mario Tassone,  ha sollevato problemi interessanti e fattibili che possono essere messi in atto da quelle forze politiche che hanno voglia di dare una svolta al nostro paese,

-       Chiaro e interessante è stato l’ intervento del Prof. Architetto, Umberto Puato, (Roma) Responsabile e Coordinatore del Dipartimento – Rapporti con il mondo Ecclesiastico – Cultura – Istruzione. Vice-Segretario – Regionale – del Lazio, Segretario di Roma Capitale,  del CDL <Costituente Democratica Liberale>

Vivace invece è stato l’ intervento del Dott. Giannantonio SPOTORNO, (Bergamo) Giornalista è Presidente del movimento politico dei FUNZIONALISTI, che ha presentato il suo nuovo capitolo del libro “Ti racconto la politica”

-Molto interessante è costruttivo è stato l’ intervento di  Roberto Cataldi, avvocato.  Membro della Direzione Nazionale, e del Dipartimento Legalità e Giustizia del CDL, <Costituente Democratica Liberale>. Che ha sollevato vari problemi  riguardanti la giustizia è  la legalità.

- Un grazie giunga per il suo Intervento al nostro amico Avv. Emanuele MAZZARA, (Milano), Presidente di <ITALIA GIOVANE SOLIDALE>, Il Movimento Politico, che ha stretto atto di collaborazione Politico di pari Dignità  con il CDL <Costituente Democratica Liberale> che ha sollevato interessanti  problemi che l’ attuale Politica, è incapace  A risolvere. A spiegato i vari problemi che il popolo Italiano sta subendo, è quindi  si richiede, un nuovo ricambio di una nuova generazione di giovani per ridare fiducia al popolo Italiano.

- Grande è stato  l’ intervento della giornalista presente al convegno,  Dott.ssa Raffaella RUSCITTO, (SI)  del quotidiano  il cittadino online (Siena) www.ilcittadinoonline.it 

Benissimo l’ intervento della associazione “FOCUS FAMIGLIA” (VENTIMIGLIA) <Giovani Imprenditori .Donne, Mamma imprenditrice> come creare impresa oggi in Italia, senza rischi. Enteprise.opportunity@gmail.com

Un grazie a questa Associazione,  per aver espresso un modo operandi di come si può cercare un lavoro senza tante difficoltà.

-Vorrei ringraziare la Dott.ssa.  Avv.  Carla NOCCHIA. (Roma) <Honorary Ambassador off WAOHS> (Delegated CulturAmbiente International Association & Center for Peace for International human Rights) per il suo intervento interessante è molto chiaro da divulgare affinché il popolo sovrano capisca quanto è importante credere in persone con valori, è con la serietà che gli contraddistingue.

In un momento cruciale del nostro emisfero dove divampano guerre idealistiche che non servono a niente, Ma al contrario serve tanta pace e fratellanza.

- Un grazie particolare giunga  a i nostri Dirigenti Regionale della Toscana

-Quinto BERNARDI; Vice-Segretario Provinciale, nonché Segretario-Regionale Toscana,Terzo Settore del CDL <Costituente Democratica Liberale>

- Claudio CUBATTOLI; Segretario Organizzativo del CDL, <Costituente Democratica Liberale> della città di Poggibonsi (Siena)

- Piero PENNISI; Vice Segretario cittadino del CDL <Costituente Democratica Liberale> della città di Poggibonsi (Siena)

 A loro, Va, la nostra gratitudine,  per la costanza  che hanno avuto per organizzare l’ evento. Ma,  soprattutto perché hanno portato a termine lo stesso evento con una tale chiarezza, che li contraddistingue, nonostante, alcuni intoppi che altri volutamente  hanno creato.

-          Un grazie giunga a tutti coloro che ci hanno Onorato con la loro presenza giunti da varie regioni Italiane, è a quanti, che,  per problemi di salute non sono potuti essere presenti a questo straordinario  convegno.  (Voglio ricordare a coloro che volutamente avevano dato l’ adesione al convegno  e che non hanno voluto essere presenti, loro, hanno perso una occasione per dare il loro contributo a  far valere la propria voce. (insomma, gli assenti hanno sempre torto)

-          Un grazie allo staff. Del’ Hotel ALCIDE, che con la loro professionalità è serietà ci hanno guidato affinché questo evento riuscisse nel migliore dei modi. (la serietà è la professionalità paga sempre)

In ultimo vorrei ringraziare tutti i Poggibonzesi, che con la loro simpatia è disponibilità conquistano tutti coloro che come me sono stati ospitati in questa meravigliosa cittadina della Toscana.

A TUTTI UN GRAZIE DÌ CUORE.

Il Segretario Politico Nazionale del CDL <Costituente Democratica Liberale>

ANTONINO INGROSSO

Lecce 17 luglio 2016

www.cdlregionesalento.it

www.costituentedemocraticaliberale.com

www.costituentedemocraticaliberale.it

mail -segreteria.nazionale@costituentedemocraticaliberale.com

mail- costituentedemocraticaliberale@gmail.com

 

Titolo

Sono un paragrafo. Clicca qui per aggiungere il tuo testo e modificarmi. Sono il luogo adatto dove poter scrivere la tua storia e farti conoscere ai tuoi visitatori.

Titolo

Sono un paragrafo. Clicca qui per aggiungere il tuo testo e modificarmi. Sono il luogo adatto dove poter scrivere la tua storia e farti conoscere ai tuoi visitatori.

Titolo

Sono un paragrafo. Clicca qui per aggiungere il tuo testo e modificarmi. Sono il luogo adatto dove poter scrivere la tua storia e farti conoscere ai tuoi visitatori.